17:22 18 Dicembre 2017
Roma+ 10°C
Mosca0°C
    Ex presidente del Consiglio italiano Romano Prodi

    Forum Eurasiatico: l’economia traina la politica

    © REUTERS/ Maxim Zmeyev
    Opinioni
    URL abbreviato
    Tatiana Santi
    17121

    L’Europa e la Russia hanno bisogno l’una dell’altra. Il Forum Eurasiatico di Verona, arrivato alla sua V edizione, ribadisce la necessità di riavviare il dialogo con la Federazione Russa. L’economia, nonostante sanzioni e attriti internazionali, unisce l’Europa alla Russia e traina la politica.

    Il Forum Eurasiatico, organizzato dall'Associazione "Conoscere Eurasia", che ha visto quest'anno la partecipazione di 600 aziende, è un'occasione di dialogo e confronto, quanto mai necessaria oggi in un contesto internazionale estremamente critico. La nuova guerra fredda, che l'Occidente sta conducendo contro Mosca, provoca all'Europa danni commerciali enormi.

    Nonostante una NATO sempre più aggressiva ai confini russi e l'attrito fra Washington e Mosca, le relazioni economiche fra Italia e Russia non sono mai cessate totalmente. I viaggi degli imprenditori italiani in Crimea, come anche la partecipazione dell'Italia in qualità di ospite d'onore all'ultimo Forum Economico di San Pietroburgo ne sono una prova. Romano Prodi, presidente della Fondazione per la collaborazione tra i popoli, già presidente del Consiglio, ospite immancabile al Forum Eurasiatico, ha rilasciato un'intervista in esclusiva a Sputnik Italia sull'evento.

    — Presidente Prodi, qual è l'importanza del Forum Eurasiatico nel contesto geopolitico attuale?

    — È molto importante proprio perché il contesto attuale è molto teso. C'è bisogno di mettere a punto le cose e i problemi. Oggi abbiamo discusso liberamente su quello che si potrebbe fare per rendere meno tesa la situazione, ci sono tante proposte sul tavolo che possono essere discusse senza violare nessuno dei principi politici che ora guidano le controversie internazionali. Di fronte a sanzioni continue un po'casuali, mettersi a discutere fra Unione europea ed Eurasia attorno ad un tavolo e capire quali possano essere le conseguenze e i rimedi è certamente utile.

    — Anche l'Italia invierà per una missione NATO i sui soldati ai confini russi. Nel conflitto fra NATO e Russia, Washington e Mosca a rimetterci alla fine è l'Europa?

    — Su questo non c'è dubbio. Chi non è artefice della propria politica, come l'Europa oggi, ci rimette sempre per definizione.

    — L'economia secondo lei riuscirà a fare da ponte e riavvicinare l'Italia alla Russia?

    — La proposta è proprio questa: mettersi a discutere su problemi economici, riflettere e far capire che i ponti non sono tutti interrotti.

    — Secondo lei il forum eurasiatico promette buoni risultati anche per il business fra Italia e Russia?

    — Il Forum è stata un'ottima occasione di riflessione e siccome erano presenti tante persone autorevoli, io credo che qualche risultato questo messaggio lo possa avere.

    L'opinione dell'autore può non coincidere con la posizione della redazione.

    Correlati:

    "Russia più strategica che mai", al via il Forum Euroasiatico di Verona
    Tutto pronto a Verona per il 5° Forum Euroasiatico
    Tags:
    geopolitica, Forum Eurasiatico di Verona, NATO, Romano Prodi, Italia, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik