Widgets Magazine
02:50 18 Luglio 2019
Logo della NATO

Generale Pinatel: sciogliere la NATO, più cooperazione Europa-Russia

© Foto : NATO / Dennis Tappe
Opinioni
URL abbreviato
Tatiana Santi
10491

La NATO funziona in contrasto con Mosca ed è dominata dagli Stati Uniti, che hanno l’obiettivo di mantenere l’Europa e la Russia divise. L’Alleanza atlantica non risponde agli interessi europei, è una struttura appartenente al passato che andrebbe sciolta, parola dell’ex generale Jean-Bernard Pinatel.

La guerra fredda è finita da un pezzo, ma dalle azioni della NATO nell'Europa dell'Est non si direbbe proprio. Sembra che lo scopo principale dell'Alleanza atlantica sia mantenere in tutti i modi un fossato fra l'Europa e la Russia.

"Se l'Europa e la Russia fossero in rapporti più stretti e conducessero politiche estere comuni, questo disturberebbe profondamente gli Stati Uniti, che vogliono restare l'unica grande potenza del mondo" sottolinea l'ex generale francese Jean-Bernard Pinatel. Quale sarebbe invece l'importanza di una maggior collaborazione fra Europa e Russia, per rapporto anche alla minaccia dell'estremismo islamico?

Sputnik Italia ha raggiunto per un'intervista l'ex generale francese Jean-Bernard Pinatel, esperto di geopolitica, autore del libro "Russia, alleanza vitale" (Russie, alliance vitale).

— Generale Pinatel, che cosa ne pensa della NATO di oggi e delle sue azioni nell'Europa dell'Est? Perché secondo lei la NATO crea questo clima da guerra fredda?

Il generale Jean-Bernard Pinatel
© Sputnik .
Il generale Jean-Bernard Pinatel

— Per me la NATO è una tecnostruttura risalente alla guerra fredda, dai tempi quando l'Unione Sovietica e l'Occidente erano in contrapposizione. Io penso che dalla fine della guerra fredda, si sarebbe dovuto sciogliere la NATO. Questa alleanza però vuole continuare ad esistere e cerca dei motivi per farlo. Oltretutto la NATO è dominata dagli Stati Uniti, che vedono un interesse strategico nel mantenere l'Europa e la Russia divise. Se l'Europa e la Russia fossero alleate intaccherebbero il primato mondiale che gli Stati Uniti hanno acquisito con la caduta dell'URSS negli anni '90.

Secondo me la NATO è una struttura del passato. A mio avviso andrebbe o europeizzata, cioè con al suo interno solamente i Paesi dell'Europa senza Turchia né Stati Uniti né Canada, oppure sciolta. La NATO serve solo agli interessi degli Stati Uniti.

— Secondo lei quindi la NATO non risponde agli interessi della Francia e dell'Europa?

— No, assolutamente no. La NATO viene mantenuta sotto il pretesto di assicurare la difesa. È vero che ci sono dei partigiani come i Paesi dell'Est europeo, che sono sempre diffidenti nei confronti della Russia, perché continuano a vivere nello spirito della guerra fredda. Questi Paesi sono favorevoli alla NATO. La Francia invece non ha alcun interesse a rimanere nella NATO, con la Russia nel passato siamo stati spesso alleati. Il clima attuale va contro gli interessi della Francia.

— Qual è il ruolo della Russia nella lotta all'estremismo islamico?

— L'estremismo islamico è innanzitutto una minaccia per le repubbliche musulmane russe, il Caucaso. Avete conosciuto il terrorismo islamico ben prima di noi, in Cecenia, in Inguscezia, nel Dagestan. La Russia conosce molto bene i rischi del terrorismo. Uno dei motivi dell'intervento russo in Siria i primi tempi era proprio di carattere difensivo per rapporto alle repubbliche autonome della Federazione russa e ovviamente perché avete degli interessi strategici in Medio Oriente.

Nel contesto del terrorismo islamico, noi abbiamo gli stessi interessi. La Russia e l'Europa hanno lo stesso numero circa di musulmani, in Russia vivono già da molto tempo, nel nostro caso i musulmani sono venuti con l'immigrazione. Per l'Europa e la Russia c'è il comune interesse che l'islam presente nei nostri Paesi non si radicalizzi.

— Nella sua intervista a "Le Figaro" ha detto che l'Europa e la Russia devono cooperare di più. Qual è l'importanza di questa cooperazione?

— Nel 2011 ho scritto anche un libro che si chiama "Russia, alleanza vitale". Io penso che non ci sia alcun interesse a mantenere una guerra fredda. Credo che la Francia abbia tutto l'interesse ad allearsi alla Russia. La Russia è un grande fornitore d'energia per l'Europa, in materia di gas probabilmente avrà un peso ancora più importante in futuro.

La Russia dal canto suo ha bisogno dell'Europa, perché noi abbiamo delle tecnologie che ancora la Russia stessa non possiede. Da un punto di vista economico abbiamo dei fortissimi interessi comuni. Anche su un piano strategico siamo accomunati dagli stessi interessi di fronte all'islam radicale.

— Una cooperazione più stretta fra Europa e Russia farebbe bene ad entrambi, è un interesse a doppio senso quindi?

— Esattamente, proprio questo non piace agli Stati Uniti. Se l'Europa e la Russia fossero in rapporti più stretti e conducessero politiche estere comuni, questo disturberebbe profondamente gli Stati Uniti, che vogliono restare l'unica grande potenza nel mondo.

— In Europa la Russia è vista ancora come un pericolo e un nemico secondo lei?

— In effetti, il clima degli ultimi tempi non ha favorito un riavvicinamento fra Europa e Russia, perché gli Stati Uniti hanno esteso la NATO ai Paesi della vecchia CSI, in particolare in Ucraina. Si tratta di una strategia che gli americani hanno sviluppato a partire dagli anni '90. Gli Stati Uniti sanno benissimo che l'Ucraina è un soggetto sensibile, Kiev era la prima capitale storica della Russia. Inoltre una parte dell'Ucraina è antirussa e l'altra prorussa.

— L'opinione degli europei, della gente comune al di là della politica, è cambiata nei confronti della Russia?

— Penso che dopo il 2011 l'evoluzione sia piuttosto negativa, perché la propaganda americana e la questione della Crimea poi hanno portato i media europei ad assumere per la maggior parte dei casi posizioni antirusse. Detto ciò, gli attentati terroristici accaduti in Francia e l'intervento russo in Siria hanno fatto cambiare idea ad una parte dell'opinione pubblica in Francia, ora molto più favorevole alla Russia rispetto gli ultimi anni.

L'opinione dell'autore può non coincidere con la posizione della redazione.

Correlati:

Russia, ministero Difesa propone di rivedere programma del Consiglio Russia-NATO
In Lituania al via esercitazioni militari NATO con soldati di 5 Paesi
Ucraina, NATO consegna altri aiuti tecnico-materiali
I 5 motivi per cui i Paesi dell'Europa non vogliono finanziare la NATO
Tags:
Unione Europea, Cooperazione con la Russia, lotta contro il terrorismo, NATO, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik