16:00 21 Settembre 2018
Cibo in un supermercato

Rubare cibo per fame è reato?

© AP Photo / Jayme Halbritter
Opinioni
URL abbreviato
Tatiana Santi
651

Quando si ha fame e si è poveri, rubare del cibo è reato? Il caso riemerso nella stampa di un senzatetto ucraino fa riflettere sul limite fra il furto e un atto spinto dalla fame. Per la Corte di Cassazione nel caso del senzatetto non è reato.

L'ucraino Roman Ostriakov nel 2011 fu sorpreso a rubare in un supermercato di Genova due pezzi di formaggio e una confezione di wurstel. Fu condannato in primo grado a 6 mesi di reclusione, la sentenza è stata ribaltata però la dalla Corte di Cassazione:

"il fatto non costituisce reato, in questo caso si è rubato per far fronte all'imprescindibile esigenza di alimentarsi".

Sono frequenti i casi di furti nei supermercati dovuti alla fame e all'impossibilità di pagare? Rubare del cibo in questi casi è un reato? Sputnik Italia ne ha parlato con Fabrizio, caporeparto di un grosso supermercato romano.

— Fabrizio, lei che ne pensa di questo caso, si tratta di un reato a suo avviso?

— L'asportazione di beni da qualsiasi punto vendita è comunque sia punibile, bisogna però specificare che in base alle normative sotto una certa cifra non è più giudicabile. Se c'è un problema di fame, come in questo caso, se qualcuno entra in un punto vendita e dice di aver bisogno di mangiare qualcosa, in teoria, noi saremmo obbligati a dargli qualcosa da mangiare. La stessa cosa vale per i ristoranti.

— In questo caso però lui aveva nascosto dei prodotti…

— Esiste sempre il furto o il tentato furto all'interno di un punto vendita, però andiamo poi a cozzare con il discorso della fame.

— Alla fine si è scoperto essere un senza tetto. Secondo lei in questo caso possiamo classificare l'evento come un reato?

— E' comunque un reato che però non è stato giustamente punibile.

— Se fosse successo nel vostro punto vendita cosa avreste fatto?

— Se ha la possibilità di pagare deve pagare. Infatti qualcosa alla cassa ha pagato. Bisogna vedere il caso specifico… Devo poi aggiungere che il mio comportamento non sarebbe stato necessariamente secondo manuale giuridico. A mio parere, se viene portato via un bene alimentare senza dichiararlo è comunque furto. Se troviamo uno con uno zaino pieno di Parmigiano cosa bisognerebbe fare? Bisogna stare attenti a non legittimare i furti per vendita, non puoi dirmi che hai fame se rubi una busta di parmigiano, chi ha fame magari ruba un panino…

— In questo caso parliamo di due formaggini e dei wurstel.

— In questo caso io personalmente non l'avrei neanche denunciato, mentre se mi rubi una busta di Parmigiano ci dovrebbe essere l'arresto per furto aggravato.

— Quindi non l'avrebbe denunciato…

— Io personalmente no, perché la legislatura prevede che per fame non sussiste reato.

— È mai successo qualcosa del genere che lei ricordi in questo supermercato?

— Ovviamente se a noi succede una cosa del genere chiamiamo i Carabinieri.

— Ma qui è mai successo che un senza tetto rubasse qualcosa?

— Se qualcuno non può pagare si entra nella coscienza di chi lo ferma e del direttore del momento, o il direttore capisce che è una persona che ha fame in merito a quello che ruba, o si fa pagare o si fa lasciare il prodotto e lo manda via. Anche perché la giustizia italiana per venti euro non si muove più.

— Ma lei ricorda furti del genere qui?

— Qui ci accorgiamo di tante cose che mancano, c'è chi ci vive sui furti alimentari.

— Capita spesso? Si può fare una statistica?

— Tutti i giorni. Tutto dipende da cosa uno espone nei fatti e nel contenzioso, dalla cifra che si raggiunge nei furti, da tanti fattori.  Tutti i casi sono diversi quando ci si accorge che siamo in presenza di una persona in gravi situazioni economiche, che sia un extracomunitario, il comunitario o il pensionato. Certo, un conto è la scatoletta di wurstel, un conto è chi si ruba una cena o i gamberoni e allora lì non te la faccio passare, in questo caso non puoi dirmi che lo fai per fame.

— È  mai venuto qualcuno denunciando di avere fame e chiedendo del cibo?

— Non lo fa nessuno. No, in cinquant'anni che lavoro.

L'opinione dell'autore può non coincidere con la posizione della redazione.

Tags:
Legge, Reati, Furto, Cibo, supermercato, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik