09:29 24 Ottobre 2017
Roma+ 9°C
Mosca-1°C
    San Pietroburgo

    10 motivi per godersi le Notti Bianche di San Pietroburgo

    © Sputnik.
    Opinioni
    URL abbreviato
    Riccardo Pessarossi
    19613140

    San Pietroburgo è bella tutto l'anno, ammantata dalla neve o baciata dal tanto atteso sole estivo. Ma in questi giorni è ancora più bella: il 21 giugno raggiunge il culmine il fenomeno delle notti bianche, il cossidetto "sole di mezzanotte" che ha ispirato poeti e artisti ed ogni anno attrae migliaia di turisti nella Capitale del Nord della Russia.

    1-      Il sole non tramonta (quasi) mai

    A San Pietroburgo il fenomeno delle notti bianche dura dalla fine di maggio alla prima metà di luglio, ma il culmine si ha nei giorni dal 20 al 23 giugno, i più lunghi dell'anno, quando il sole sorge alle 3:35 della "notte" e tramonta alle 22:35. In realtà il riverbero crepuscolare prosegue oltre il tramonto del sole, e quello dell'alba inizia prima delle 3, quindi non è mai completamente buio.

    2-      Il perchè del fenomeno

    Nel periodo che segna il passaggio dalla primavera all'estate l'inclinazione dell'asse terrestre rispetto all'orbita del nostro pianeta intorno al Sole fa si che a latitudini superiori a 66,5° il sole non scende mai sotto l'orizzonte. A San Pietroburgo, posta al 60° parallelo, questo fenomeno si ripete ogni anno.


    Le notti bianche di San Pietroburgo in time lapse


    3-      Suggestioni uniche

    Durante il mese delle notti bianche San Pietroburgo acquista un'aura speciale dove la notte, terra del proibito e del mistero si fa tuttuno con il giorno. I pietroburghesi di nascita, di passaggio e d'adozione buttano giù la maschera che il grigiore invernale gli disegna sul volto e si concedono a un turbinio di emozioni che non ha eguali nel resto dell'anno e da vita ad un'atmosfera che ammalia i turisti e da sempre ha ispirato poeti e scrittori.

    4-      Le "notti bianche" di Dostoevskij

    L'atmosfera sospesa delle notti bianche sembra fatta apposta per i sognatori, proprio come il protagonista dell'omonimo romanzo di Fedor Dostoevskij, che deluso dal mondo circostante ed immerso nel suo mondo fatto di illusion, trova pace solo al crepuscolo, passeggiando lungo i canali di Pietroburgo. E' una notte bianca quella in cui si imbatte nella splendida Nasten'ka, che all'istante fa breccia nel suo cuore. I due si incontrano per quattro notti (bianche) di fila e si confidano a vicenda i tormenti delle loro anime, finchè, quando tutto sembrava avviato ad un lietofine, non torna da Mosca il promesso sposo di Nasten'ka che allora corre nelle braccia di lui e lascia il protagonista con un bacio e la promessa di non dimenticare mai il suo amore. Il protagonista sognava un finale diverso, ma da sognatore lo accetta con filosofia.


    Il finale de "le Notti Bianche" di Luchino Visconti con Marcello Mastroianni nel ruolo del protagonista


    5-      Ti amo, creatura di Pietro

    Le notti bianche aprono il poema "Il Cavaliere di Bronzo" di Aleksandr Pushkin, in cui il più grande poeta russo canta l'amore per la sua città, ispirato dalla luce naturale delle "notti illuni e trasparenti"

    T'amo, o città di Pietro,

    o creatura Armoniosa,

    amo le tue severe аorme,

    del fiume il corso maestoso;

    Amo il granito delle tue riviere,

    Dei tuoi cancelli bronzei la fattura

    Elegante, e il crepuscolo pensoso

    Delle tue notti illuni trasparenti,

    Quando nelle mie stanze

    leggo e scrivo Senza lume

    e son chiare le dormenti Strade deserte

    e luccica d'un vivo Chiaror

    la guglia dell'Ammiragliato

    Veduta della Neva durante le Notti Bianche, sullo sfondo la guglia dell' Ammiragliato
    © Sputnik.
    Veduta della Neva durante le Notti Bianche, sullo sfondo la guglia dell' Ammiragliato

    6-      Inverno buio

    Per rimanere in tema letterario, dopo Pushkin e Dostojevskij è la volta di citare il "carpe diem" di Orazio, perchè se è vero che d'estate grazie alle notti bianche non è quasi mai buio, d'inverno invece avviene il fenomeno opposto. Il sole sorge poco prima delle 9 del mattino e tramonta alle quattro del pomeriggio, il chè unito all'umidità e al freddo tipicamente pietroburghesi è foriero di ben altre suggestioni.

    7-      Non solo San Pietroburgo

    Le notti bianche in Russia si possono ammirare anche in altre città, situate alla stessa latitudine di San Pietroburgo o anche più a nord. E' il caso di Petrozavodsk, Archangelsk, Perm', Surgut, Yakutsk, Noviy Urengoy, Salehard. A Murmansk, la più grande città del mondo posta all'interno del Circolo Polare Artico, si può ammirare il fenomeno del Sole di mezzanotte. 


    "La notte bianca…sul mar Bianco"

    Белая ночь на Белом море. Россия © Александр Ермолин #whitesea #whitenight #russia #белоеморе #белаяночь #россия pic.twitter.com/OjT2v5bbnd

    8-      Un nome, un marchio, una vodka

    Per San Pietroburgo quello delle notti bianche è ormai un vero e proprio brand. Le notti bianche sono uno dei simboli della città e si trovano un pò ovunque. Ci sono i pasticcini "Notti Bianche", il ristorante "Notti Bianche", un torneo internazionale di badmington si chiama "Notti Bianche" e non poteva mancare la maratona delle "Notti Bianche", che però si corre il 28 di giugno. Per chi preferisce stare comodo c'è anche la vodka "Notti Bianche", ma viene prodotta nella città di Cherepovets.

     

    9-      Notti bianche, c'è chi studia e chi fa festa

    Mentre i loro colleghi italiani fanno le notti bianche per prepararsi all'esame di maturità, gli studenti di San Pietroburgo il 20 di giugno festeggiano la fine della scuola superiore con un grande concerto, tutto per loro, nella suggestiva cornice della piazza del Palazzo d'Inverno. Oltre agli studenti il festival Alye Parusa (vele scarlatte), per l'intero weekend coinvolge centinaia di migliaia di persone, che si assiepano sulle rive della Neva a salutare l'ingresso del Veliero dalle vele rosse, simbolo della festa e del passaggio, col "vento in poppa" all'età adulta, salutato da un grandioso spettacolo pirotecnico.

    • San Pietroburgo: la Neva e, sullo sfondo, la chiesa di San Nicola dei Marinai
      San Pietroburgo: la Neva e, sullo sfondo, la chiesa di San Nicola dei Marinai
      © Sputnik.
    • San Pietroburgo: la Neva e, sullo sfondo, la chiesa di San Nicola dei Marinai in piena notte (ponte aperto)
      San Pietroburgo: la Neva e, sullo sfondo, la chiesa di San Nicola dei Marinai in piena notte (ponte aperto)
    • Studenti in festa nella piazza del Palazzo d'Inverno a San Pietroburgo
      Studenti in festa nella piazza del Palazzo d'Inverno a San Pietroburgo
      © Sputnik.
    • I neodiplomati festeggiano la fine dell'anno scolastico nella piazza del Palazzo d' Inverno
      I neodiplomati festeggiano la fine dell'anno scolastico nella piazza del Palazzo d' Inverno
      © Sputnik.
    • La folla sulle rive della Neva ammira il Veliero dalle vele scarlatte
      La folla sulle rive della Neva ammira il Veliero dalle vele scarlatte
      © Sputnik.
    • Il veliero dalle vele scarlatte, simbolo delle Notti Bianche
      Il veliero dalle vele scarlatte, simbolo delle Notti Bianche
    • Spettacolo pirotecnico al festival delle Vele Scarlatte
      Spettacolo pirotecnico al festival delle Vele Scarlatte
      © Sputnik.
    • Fuochi d'artifico sulla Neva
      Fuochi d'artifico sulla Neva
      © Sputnik.
    1 / 8
    © Sputnik.
    San Pietroburgo: la Neva e, sullo sfondo, la chiesa di San Nicola dei Marinai

    10-   Notti bianche e giorni intensi al Forum Internazionale di San Pietroburgo

    Il culmine delle notti bianche di San Pietroburgo coincide anche con lo svolgimento del Forum economico internazionale di San Pietroburgo, a cui quest'anno partecipano quasi 7000 delegati. In una stagione segnata dall'ostilità nei confronti della Russia da parte degli USA e alcuni paesi occidentali, c'è da sperare che il bagliori delle notti bianche accenda le menti dei partecipanti al forum ed illumini una nuova via di sinergie tra la Russia e i suoi partner nuovi e storici, fra cui l' Italia, per far si che il tema "Tempo di agire: sforzi congiunti per la stabilità e la crescita" non resti solo sulla carta.

     

    Correlati:

    I dieci motivi per cui le donne russe non hanno rivali in amore (e non solo)
    10 motivi per visitare la Russia
    I 15 posti più belli da visitare della Crimea
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik