01:29 17 Agosto 2017
Roma+ 25°C
Mosca+ 14°C
    La stazione della metropolitana Novoslobdskaya, Mosca.

    Metropolitana di Mosca, 80 anni in 8 curiosità

    © Sputnik. Anton Denisov © Sputnik. Ruslan Krivobok © Sputnik. Chernov
    1 / 3
    Opinioni
    URL abbreviato
    Riccardo Pessarossi
    23124160

    La metropolitana di Mosca compie 80 anni. Il 15 maggio del 1935 venne messa in funzione la prima linea, detta Sokholnicheskaya, che attraversava da Nord a Sud l'allora capitale sovietica.

    Nel 1955 la metropolitana di Mosca venne intitolata a Vladimir Lenin ed ancora oggi conserva questo nome. In una città costantemente afflitta dagli ingorghi, la metropolitana è il mezzo di trasporto più veloce e affidabile, nonchè una delle più belle se non la più bella del mondo. Ecco 8 curiosità sulla Metropolitana di Mosca in occasione del suo 80° compleanno.

    La stazione Kievskaya nella metro di Mosca.
    © Sputnik. Alexander Vilf

    NUMERI   

    La rete della metropolitana di Mosca è composta da 12 linee, per una lunghezza complessiva di 327,5 km. Undici linee attraversano la città in diagonale, mentre quella di color marrone (o numero 5) raccorda le precedenti e disegna un anello intorno al centro. In totale le stazioni sono 196, 44 delle quali sono state riconosciute patrimonio culturale. Ogni giorno la metropolitana di Mosca trasporta 9,6 milioni di passeggeri, in un anno 2,6 miliardi.

    Lo schema della metropolitana di Mosca.
    © Foto:
    Lo schema della metropolitana di Mosca.

    RECORD

    La stazione della metro più profonda è "Park Pobedy", 84 metri. Le scale mobili sono lunghe ben 126.8 metri. In Russia solo la stazione "Admiralteyskaya" a San Pietroburgo è più profonda (86 metri). La meno profonda è "Pechatniki", solo 5 metri sottoterra.
    La stazione con il vestibolo più lungo è "Vorob'yevy Gory"  - Colline dei Passeri, con ben 282 metri.

    500 metri: la distanza tra le stazioni più vicine fra loro, Vystavochnaya e Mezhdunarodnaya.

    6625 metri: la distanza fra le più lontane tra loro, Krylatskoe e Strogino.

    UNO STRUMENTO DI DIFESA

    Inizialmente la Metropolitana di Mosca era stata costruita per essere utilizzata come luogo di difesa in caso di bombardamenti aerei. Durante la Grande Guerra Patriottica (Seconda Guerra Mondiale) nelle gallerie della metro di Mosca trovarono rifugio migliaia di abitanti della Capitale Sovietica. In caso di attacco atomico direttamente dal Cremlino partivano 3 linee dirette verso le basi militari di Podolsk, Checov e l'aerodromo di Vnukovo, per permettere a Stalin ed al resto dei componenti del Soviet Supremo di venire evacuati. Questo sistema prese il nome di "Metro 2".

    Civili trovano rifugio nella stazione della metropolitana Mayakovskaya durante la Seconda Guerra Mondiale.
    © Sputnik.
    Civili trovano rifugio nella stazione della metropolitana "Mayakovskaya" durante la Seconda Guerra Mondiale.

    ASCOLTA CHE STAZIONE E TI DIRO' DOVE SEI

    Sui treni che si muovono dal centro verso la periferia le stazioni sono annunciate da una voce femminile, in quelli che viaggiano verso il centro, da una maschile. Sui treni della linea circolare la voce maschile annuncia le stazioni durante il tragitto in senso orario, quella femminile, al contrario, in senso antiorario. Questa particolarità è stata studiata per facilitare l'orientamento delle persone non vedenti.

    UNA CAREZZA AL CAGNOLINO PORTAFORTUNA

    Ogni città ha le sue superstizioni. Moscoviti, turisti, emigrati: che ci si creda o no quasi tutti almeno una volta hanno accarezzato il muso del "cagnolino del soldato di frontiera". Si tratta di una delle 76 sculture di bronzo dedicate ad eroi sovietici poste nella stazione "Ploschad Revolyutsii" (Piazza della Rivoluzione, in pieno centro della capitale russa). Secondo la credenza popolare accarezzare il naso del cagnolino porta bene, specialemente agli studenti, che dopo  questo rito possono andare all'università sicuri di passare il prossimo esame.

    Una ragazza accarezza il cagnolino porta fortuna nella stazione Ploschad Revolyutsii della metropolitana di Mosca.
    © Sputnik. Kirill Kallinikov
    Una ragazza accarezza il cagnolino porta fortuna nella stazione "Ploschad Revolyutsii" della metropolitana di Mosca.

    METTI UNA CENA IN METRO

    Nelle stazioni della metropolitana di Mosca non ci sono distributori automatici di bevande e snacks, però c'è una stazione, in cui si può consumare un pasto completo. E' "Arbatskaya" nella linea blu, proprio sotto l'omonima celebre via nel centro di Mosca. Qui è situata una filiale della mensa aziendale del personale della Metropolitana di Mosca, aperta anche al pubblico. Uno spazio piccolo ma accogliente: quattro tavoli con i fiori finti di plastica, come piatti e posate ed una riproduzione della Gioconda sulla parete. Il menu è democratico: riso oppure un piatto di pasta, cavoli, wuster,  uova sode, insalata,  kompot oppure un thè caldo. Buon Appetito!

     

    GEMELLAGGI ITALO RUSSI

    Nella metropolitana di Mosca c'è la stazione Rimskaya arredata in tema con l'Antica Roma, eppure nella metropolitana di Roma non c'è una stazione dedicata a Mosca. Al contrario a Milano c'è la stazione Moscova, dedicata ai soldati del Regno Italico che nel 1812 combatterono insieme alle truppe napoleoniche in Russia. 

    Anche la versione russa di Google celebra il compleanno della metro di Mosca:

    La metro di Mosca compie 80 anni! Su quale linea avete viaggiato oggi? #дудл #метро80 pic.twitter.com/97d3qkFjAL


    MODERNITA' E TRADIZIONI

    Nei treni della metropolitana di Mosca funziona gratuitamente la rete Wi-Fi. Sulla linea Arbatsko-Pokrovskaya, la più lunga con i suopi 45 km, il tragitto da un capo all'altro dura anche più di un'ora, perciò disporre della connessione a internet aiuta a ingannare il tempo. Un bene…apparente, perchè anche nell'ora di punta la maggior parte della gente è china sul proprio smartphone, intralciando la caotica circolazione dei passeggeri. A questo proposito guai a sbagliarsi sulle scale mobili e stare fermi sulla sinistra. Mosca non si ferma mai, e sulla parte sinistra della scala mobile, sia in salita, sia in discesa c'è un flusso continuo di persone.  Per i più imprigionati nella routine quotidiana, salire le lunghe scale mobili della metropolitana di Mosca è l'unica forma di esercizio fisico.

    • Operai nel primo vagone della metropolitana di Mosca nel 1935.
      Operai nel primo vagone della metropolitana di Mosca nel 1935.
      © Sputnik. Ivan Shagin
    • Gli interni della stazione Mayakovskaya.
      Gli interni della stazione Mayakovskaya.
      © Sputnik. Alexander Liskin
    • Un mosaico sulla volta della stazione Mayakovskaya.
      Un mosaico sulla volta della stazione "Mayakovskaya".
      © Sputnik. Ruslan Krivobok
    • La stazione della metropolitana di Mosca Komsomol'skaya.
      La stazione della metropolitana di Mosca "Komsomol'skaya".
      © Sputnik. Ruslan Krivobok
    • Vagone celebrativo dell'80° anniversario della fondazione della metro di Mosca.
      Vagone celebrativo dell'80° anniversario della fondazione della metro di Mosca.
      © Sputnik. Ramil Sitdikov
    • La stazione della metro di Mosca Elektrozavodskaya.
      La stazione della metro di Mosca "Elektrozavodskaya".
      © Sputnik. Anton Denisov
    • Lavori notturni di pulizia nella stazione Ploschad Revolyutsii nella metropolitana di Mosca.
      Lavori notturni di pulizia nella stazione "Ploschad Revolyutsii" nella metropolitana di Mosca.
      © Sputnik. Ramil Sitdikov
    • Scale mobili nella metro di Mosca.
      Scale mobili nella metro di Mosca.
      © Sputnik. Andrey Rudakov
    1 / 8
    © Sputnik. Ivan Shagin
    Operai nel primo vagone della metropolitana di Mosca nel 1935.

     

     

    Correlati:

    La metropolitana di Mosca compie 80 anni
    Tags:
    metropolitana, Trasporti, Mosca
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik