02:41 28 Luglio 2017
Roma+ 24°C
Mosca+ 18°C
    Bandiera italiana

    L’Italia in un clic per i turisti russi

    © flickr.com/ Dave Kellam
    Opinioni
    URL abbreviato
    Tatiana Santi
    0 88991

    Trovare informazioni necessarie sull’Expo 2015, suggerimenti per spendere meno in viaggio, richiedere e pagare il visto on-line: tutto questo è possibile in un unico sito. L’Ambasciata d’Italia a Mosca ha lanciato il sito “La Tua Italia”, grazie al quale i turisti russi potranno scoprire ancora più facilmente il Bel Paese.

    Il nuovo portale in lingua russa, sponsorizzato da Banca Intesa e Bosco di Ciliegi, non comprende solamente informazioni sull'Expo, evento più importante al mondo nel 2015, come l'ha definito l'Ambasciatore Ragaglini. Il sito sarà uno strumento per scoprire al meglio l'Italia sconosciuta, per muoversi più facilmente nei percorsi della gastronomia, usufruire di offerte visitando la rubrica "Italia low cost".

    L'ambasciatore della Repubblica Italiana in Russia Cesare Maria Ragaglini
    © Sputnik. Vladimir Trefilov
    L'ambasciatore della Repubblica Italiana in Russia Cesare Maria Ragaglini
    Alla conferenza stampa dedicata alla creazione del nuovo progetto, Sputnik Italia ha rivolto una domanda al padrone di casa l'Ambasciatore Cesare Maria Ragaglini.

    In questo periodo di crisi l'Italia ha molti concorrenti. Per esempio la Turchia: per i russi non serve fare il visto e il viaggio viene a costare molto meno. Quali sono i punti forti dell'Italia a suo avviso rispetto ai concorrenti?

    Sicuramente anche la Turchia è bella, penso però che l'Italia offra una varietà di possibilità e offerte di qualsiasi genere che pochissimi se non nessun Paese al mondo può dare. Tra l'altro le statistiche mostrano che l'Italia è il Paese dove i russi ritornano più spesso. Questo significa che ci sono stati bene, che la vogliono conoscere di più e che l'accoglienza è stata migliore. Nonostante la Turchia sia più vicina e forse costi di meno, probabilmente l'offerta italiana è unica: se si vogliono vedere certe cose e sperimentare certe sensazioni o si va in Italia o non si va da nessuna parte.

    Ma nel contesto di questa crisi in Russia legata anche al cambio sfavorevole della valuta, la richiesta dei visti per l'Italia è calata?

    Ce ne ha parlato il Console Generale d'Italia Piergabriele Papadia de Bottini.

    Dall'inizio dell'anno c'è stata decisamente una diminuzione del numero matematico dei visti, però questo dato non è sufficiente. Dobbiamo calcolare che l'anno passato il nostro consolato generale su impulso del Ministero degli Affari Esteri, ha rilasciato moltissimi visti di lungo periodo ancora validi adesso. Se prendiamo in considerazione i visti in corso di validità, vediamo che c'è una sostanziale stabilità nel corso degli ultimi due anni.

    Venezia, gondoliere
    Venezia, gondoliere
    - Parlando in numeri com'è l'andamento della richiesta dei visti?

    Parliamo di un —50%, però i visti ancora validi esattamente compensano questo 50%. Chi il visto ce l'ha già, non ha bisogno di chiederlo.

    La crisi c'è, non ci si può nascondere, però è interessante studiare i numeri e i numeri dicono questo. L'Italia rimane comunque una destinazione privilegiata per i russi.

     

    Il sito del progetto: www.latuaitalia.ru 

    Correlati:

    Tra pochi giorni inizia l’EXPO di Milano, la Russia è pronta
    Tags:
    expo, Turismo, Cesare Maria Ragaglini, ambasciatore italiano in Russia, Italia, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik