05:36 15 Dicembre 2017
Roma+ 15°C
Mosca+ 2°C
    San PietroburgoVeduta di Nizhny NovgorodVeduta di VolgogradMosca, sera d'estate

    10 motivi per visitare la Russia

    © Sputnik. © Sputnik. © Sputnik. © Sputnik.
    1 / 4
    Opinioni
    URL abbreviato
    Riccardo Pessarossi
    1492

    Siè svolta a Mosca la 22° edizione della MITT, la Mostra Internazionale del Turismo. Se per i turisti russi volare in Europa sembra essere diventato più difficile, la prossima stagione estiva potrebbe essere il momento giusto per (ri)scoprire la Russia. Ecco 10 motivi per scegliere la Russia come meta di un prossimo viaggio.

    1 Le notti bianche di San Pietroburgo

    San Pietroburgo è stupenda in ogni momento dell'anno. Ma da fine maggio a luglio lo è ancora di più. Merito dello spettacolo delle notti bianche, quando il sole non tramonta mai completamente sotto il livello dell'orrizonte. Il culmine arriva il 21 di giugno, quando il giorno dura quasi 18 ore e la breve notte è il momento ideale per incontri magici, come quello narrato dal giovane Dostoyevskiy proprio nel romanzo "Le Notti Bianche".

    2- Il Clima

    Turista a Mosca d'inverno
    © Sputnik.
    Turista a Mosca d'inverno

    Visitare la Russia d'inverno ha un fascino innegabile, ma può rivelarsi piuttosto proibitivo per la neve e il freddo. Per i turisti stranieri e italiani a maggior ragione, l'estate è il momento giusto per venire in Russia, senza preoccuparsi del clima. Attenzione però, le sorprese possono sempre essere dietro l'angolo, l'anno scorso a Mosca la neve è caduta anche a maggio! 

    3- La natura

    La Russia è il paese più vasto al mondo e racchiude al suo interno una varietà di paesaggi senza eguali. L'acqua, il Volga e il lago Bajkal, il fuoco con i vulcani della Kamchatka, la terra delle campagne dove i russi trascorrono la lora villeggiatura in Dacia, o le sterminate foreste della Siberia e per finire l'aria incontaminata nelle alte vette delle montagne del Caucaso.

    • La cima dell'Elbrus, 5621m
      La cima dell'Elbrus, 5621m
      © Sputnik.
    • La vetta del monte Elbrus
      La vetta del monte Elbrus
      © Sputnik.
    • La tundra siberiana
      La tundra siberiana
      © Sputnik.
    • Caccia con i falchi nell'Altaj
      Caccia con i falchi nell'Altaj
      © Sputnik.
    • Tramonto sul Volga
      Tramonto sul Volga
      © Sputnik.
    • Il lago Bajkal, Irkutsk
      Il lago Bajkal, Irkutsk
      © Sputnik.
    1 / 6
    © Sputnik.
    La cima dell'Elbrus, 5621m

    4-  Il cambio favorevole con l'Euro

    Al momento un euro vale circa 70 rubli e presumibilmente la quotazione rimarrà su questo valore anche nei prossimi mesi. Tradotto in pratica vuol dire un certo risparmio per i turisti stranieri. Qualche esempio: un biglietto della metropolitana di Mosca costa l'equivalente di 80 centesimi, l'ingresso all' Ermitazh di San Pietroburgo 6,5 euro, una bottiglia di vodka 5 euro.

    L'Ermitazh di San Pietroburgo
    © Sputnik.
    L'Ermitazh di San Pietroburgo

    5- La Crimea

    Veduta dalla filovia Miskhor - Ai-Petri.
    © Sputnik. Konstantin Chalabov

    Di Crimea si legge e si parla tanto. Quale miglior modo se non vedere la situazione coi propri occhi, per capire se tutto quello che raccontano è vero, oppure no? Poter dire "io ci sono stato" sbalordirà amici e conoscenti ben più di altre mete "main stream". A causa delle sanzioni per arrivare sulla penisola bisogna far scalo o a Mosca o a San Pietroburgo, ma una volta messo piede su questa terra ne sarà valsa la pena. Anche qui, ce n'è per tutti i gusti: mare, storia, trekking in altura ma anche relax negli stabilimenti termali rinomati fin dai tempi della zarina Caterina la Grande.

    6- I mondiali di nuoto a Kazan

    Per i più sportivi quest'estate un motivo valido per recarsi in Russia sono i Mondiali di nuoto, pallanuoto e tuffi a Kazan. Il Settebello, Tania Cagnotto e Federica Pellegrini saranno fa i protagonisti di questo spettacolo, che si svolgerà in una cornice unica: per le gare di nuoto sarà ricavata una piscina al posto del campo da calcio dello stadio Kazan City, mentre i tuffi in acque libere si svolgeranno nelle acque del Volga, sullo scenario stupendo del Cremlino di Kazan. 

    7- La giornata dei Paracadutisti

    Il 2 agosto di ogni anno in tutta la Russia si celebra la giornata delle truppe aviotrasportate. I cosiddetti "berretti azzurri". Quest'anno la festa cade di domenica e segna l'anniversario numero 85 dalla data di fondazione del Corpo dei paracadutisti dell'esercito russo. I festeggiamenti saranno all'insegna della tradizione, solenne con la sfilata sulla piazza Rossa e goliardica, con il bagno nelle fontane del parco Gorky di Mosca.

    2 agosto, la festa delle truppe aviotrasportate
    © Sputnik.
    2 agosto, la festa delle truppe aviotrasportate

    8- Non solo Mosca e San Pietroburgo

    Per conoscere la vera Russia vale la pena di spingersi le classiche mete come Mosca e San Pietroburgo. La soluzionde ideale è intraprendere il viaggio a bordo della mitica Transiberiana: da Mosca a Vladivostok, 9289 kilometri attraverso tutta la Russia: un'esperienza che almeno una volta nella vita dovrebbe entrare nel palmares del vero viaggiatore. 

    Locomotiva della Transiberiana
    © Sputnik.
    Locomotiva della Transiberiana

    9 — Turista fai da te? Ahi Ahi Ahi.. Benvenuto!

    Indicazioni multilingue per i turisti a Mosca
    © Sputnik.
    Indicazioni multilingue per i turisti a Mosca

    Negli ultimi anni in Russia sono stati compiuti dei grandi passi in avanti sul fronte dell'accoglienza turistica. Se non avete domestichezza con il russo, l'inglese è sempre più parlato e nelle città principali (Mosca, San Pietroburgo, Kazan, Sochi) le indicazioni stradali e del trasporto pubblico e ferroviario sono presenti in entrambe le lingue. Da qualche anno, seguendo la pratica di altre città europee, anche nel centro di Mosca ci sono gruppi di volontari pronti a dare informazioni multilingue ai turisti. 

    10 — L'affinità tra russi e italiani

    Come ha sottoloneato all'apertura del MITT, Domenico di Salvo, direttore dell'ENIT di Mosca: "Russi e italiani restano due popoli molto simili fra di loro. Ragionano in modo simile e amano certi aspetti comuni del buon vivere. Questa è una leva su cui agire per far si che le difficoltà di questo periodo non si riflettano negativamente su rapporti consolidati da sempre. Basti pensare agli architetti italiani invitati in Russia per progettare il Cremlino e San Pietroburgo e gli artisti russi in Italia ai tempi del Gran Tour".

    Correlati:

    Expo e bella vita, l’Italia resta nel cuore dei russi
    Uilliam Lamberti, uno chef italiano presenta la Russia all’EXPO
    I dieci motivi per cui le donne russe non hanno rivali in amore (e non solo)
    Tags:
    Turismo, Expo 2015, Italia, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik