14:18 11 Dicembre 2017
Roma+ 16°C
Mosca+ 1°C
    meeting Kiev contro il capo della banca nazionale

    Il sistema finanziario ucraino mostra enormi crepe

    © Sputnik. Alexandr Maksimenko
    Opinioni
    URL abbreviato
    Giuseppe Masala
    0 92

    Il 2 Marzo la banca centrale ucraina ha dichiarato insolventi – e conseguentemente ha commissariato – ben tre banche ucraine. Le banche oggetto del provvedimento sono la Delta Bank (quarta banca ucraina per asset), la Kreditprombank (ottantacinquesima) e la Omega Bank (centoduesima).

    Le motivazioni che hanno spinto la Banca Centrale Ucraina a questa iniziativa — come si legge nella dichiarazione ufficiale — risiedono nell'inerzia dei proprietari che non hanno sufficientemente ricapitalizzato le banche, con la conseguente esplosione di una crisi di liquidità. Sempre la Banca Centrale sottolinea che non sono bastate le misure emergenziali che aveva preso la stessa banca centrale nel 2014 a favore delle banche coinvolte.

    Ma al di là delle motivazioni ufficiali, questi provvedimenti rendono evidenti le forti difficoltà del sistema finanziario ucraino e di tutta l'economia nel suo complesso, questo nonostante gli enormi aiuti finanziari ottenuti dal Fondo Monetario Internazionale, dell'Unione Europea e degli USA.

    Solo nell'ultimo anno, la Hryvnia — la moneta ucraina — ha subito una enorme svalutazione rispetto sia al Dollaro che all'Euro. Basti pensare che solo a Marzo del 2014 il cambio era di circa 9 Hryvnie per un Dollaro, quello attuale è di circa ventidue a uno. Un evento di questa portata può essere spiegato solo con il fatto che una enorme massa di capitali è uscita dall'Ucraina per rifugiarsi ad Occidente. Le conseguenze (ovviamente aggravate dall'instabilità politica e dagli eventi bellici del Donbass) si riverberano anche nell'economia reale, causando da un lato il crollo degli investimenti (con conseguente aumento della disoccupazione e collasso del prodotto interno lordo) e dall'altro lato un enorme aumento del costo delle importazioni (tra le quali l'indispensabile gas russo da pagare in dollari).  In una simile terrificante situazione è inevitabile che anche il sistema finanziario e bancario ucraino subisca pesanti effetti: aumentano le sofferenze bancarie e diventa più difficile rimborsare eventuali prestiti in valuta estera a causa del crollo della moneta nazionale.

    Curioso infine il fatto che i mass media occidentali non abbiano dato il minimo rilievo a questa notizia. Forse perché sarebbe dura ammettere che l'Ucraina di Yanukovic apparirebbe come un paradiso rispetto all'inferno economico del post rivoluzione di "EuroMaidan".

     

    Correlati:

    L'Ucraina aumenta il suo budget militare
    Secondo rappresentante ONU, “l'economia ucraina non può farcela senza l'Unione Economica Eurasiatica”
    Tags:
    FMI, USA, UE, Ucraina
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik