18:35 24 Luglio 2017
Roma+ 29°C
Mosca+ 23°C
    I fiori per  Boris Nemtzov ucciso a Mosca la notte dal 27 al 28 febbraio 2015.

    Nemtsov, una provocazione che potrebbe sfuggire di mano alla propaganda antirussa

    © Sputnik. Ramil Sitdikov
    Opinioni
    URL abbreviato
    Mario Sommossa
    0 1584423

    Il 3 febbraio a Mosca ci sono i funerali di Boris Nemtzov. Conobbi Nemtsov qualche anno fa a Monaco di Baviera durante un incontro-dibattito organizzato dalla Fondazione Adenauer, organo di supporto del partito oggi guidato dalla cancelliera Merkel.

    Era, allora, già molto conosciuto a livello internazionale, non solo grazie al suo brillante inglese, ma, soprattutto, per essere stato uno dei più giovani ministri con cultura economica nominato dal l'allora presidente Eltsin.

    Il  personaggio mi piacque subito. Aveva un viso aperto, spesso sorridente, e sembrava parlare sempre con profonda convinzione su quanto veniva affermando. Confesso che i suoi giudizi mi trovarono spesso in disaccordo e gli imputavo, a torto o a ragione, un' incapacità a saper distinguere tra ciò che un politico avrebbe voluto fare e ciò che le circostanze potevano realmente consentire di realizzare. Il suo governo non fu brillante, tanto è vero che portò al crollo economico del Paese, ma, ora che stava all'opposizione, il suo eloquio, più libero, aveva comunque qualcosa di affascinante.

    Non so, se fosse stato al governo nei frangenti attuali, se avrebbe comunque continuato le sue battaglie contro l'aiuto di Mosca ai ribelli ucraini, poiché qualunque governante al posto di Putin avrebbe percepito il pericolo che una Ucraina legata all'Europa e alla Nato potrebbe rappresentare per la sovranità russa. Perfino il suo sodale nell'opposizione, e acerrimo nemico di Putin, il blogger Navalny, aveva dovuto condividere con il Cremlino l'adesione della Crimea,un indispensabile asset strategico.

    Al di là, tuttavia, delle possibili divergenze di opinione, la notizia del suo assassinio mi ha profondamente colpito. Senza dubbio è stato ucciso un uomo carismatico, affascinante, generoso nel darsi e convinto delle proprie posizioni.

    Adesso si scatenerà la propaganda antirussa, addebitando a presunti sicari inviati da Putin la responsabilità di quel vile omicidio. Con tutta franchezza, credo che qualunque mente libera ed indipendente debba scartare questa ipotesi. Considerato lo scarso peso tra la popolazione russa (al di fuori di uno sparuto gruppo di intellettuali — in senso gramsciano — delle grandi città), che interesse avrebbero potuto avere Putin o il suo partito ad eliminare Boris Nemtsov? Quale rischio reale avrebbe potuto rappresentare per la tenuta dell'attuale governo? Senza contare le controindicazioni che un tale assassinio potrebbe avere sull'opinione pubblica interna ed internazionale.

    Tutti ci auguriamo che questa volta le forze di polizia e la giustizia russa identifichino presto i colpevoli e che vengano puniti in maniera esemplare, anche se è ovvio che la richiesta di Obama di una indagine "indipendente" non può essere accolta da nessuno Stato del mondo che non voglia rinunciare alla propria sovranità. Una indagine affidata a investigatori e giudici stranieri significherebbe riconoscere una propria incapacità a tutelare se stessi ed il proprio popolo ed è evidente che la Russia non è il Libano dove le indagini sull'assassinio di Rafik Hariri dovettero, necessariamente, essere condotte da investigatori designati  dall'Onu.

    Piuttosto, ci sarebbe da domandarsi chi veramente avrebbe avuto l'interesse ad eliminare platealmente uno degli oppositori più noti di Putin. A ben guardare, gli unici interessati sono proprio coloro che mirano a gettare discredito sul Governo di Mosca e cercano di indebolirne prestigio ed autorevolezza. Putin ha parlato di una "provocazione" e tutto lascia pensare che proprio di ciò si sia trattato.

    Non ci sarà allora da stupirsi qualora si dovesse scoprire che a commettere l'omicidio ci possa essere qualcuno che, magari infiltrato tra i fanatici  "più realisti del re", abbia avuto contatti con chi, da tempo, mira a un cambiamento del "regime", qualunque prezzo ci sia da pagare.

     

    Correlati:

    Russia, omicidio Nemtsov: opposizione annulla manifestazione di Mosca e pianifica cerimonia commemorativa
    A Mosca e in diverse città russe manifestazioni in ricordo di Boris Nemtsov
    Tags:
    funerali, Boris Nemtsov, Mosca, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik