20:51 02 Dicembre 2016
    Milano

    Expo e bella vita, l’Italia resta nel cuore dei russi

    © Sputnik. Vladimir Pesnya
    Opinioni
    URL abbreviato
    Riccardo Pessarossi
    0 49692

    La situazione economica e politica globale non invita all’ottimismo, tuttavia ci sono dei dati in controtendenza. Si tratta del rapporto “Hotel Price Index” del noto sito di booking Hotels.com che rivela che fra le città italiane restano tra le più amate e apprezzate dai russi.

    Certo, negli ultimi mesi la crisi del rublo e la tensione internazionale hanno portato a un calo dei flussi di turisti russi, ma ci sono alcuni segnali di ottimismo rispetto al proseguio del 2015, come spiega Giulio Gargiullo, marketing manager da più di dieci anni impegnato nel business fra Italia e Russia:

    E' vero che il calo del rublo, che ha colpito prevalentamente la classe media russa, si ripercuote negativamente sul potere d'acquisto e riduce i numeri globali, ma va detto che a livello burocratico, grazie all'anno incrociato del turismo, nel 2014 i consolati italiani in Russia hanno rilasciato un numero senza precedenti di visti, per lo più di durata annuale o triennale. Questo vuol dire che potenzialmente il numero dei visitatori russi interessati a venire in Italia rimane consistente.

    Che il "Belpaese" attragga da sempre i visitatori russi, non è un segreto. Nè lo è una certa intercambiabilità nel modo di essere e vivere che lega italiani e russi. L'Italia ha ciò che la Russia e i russi hanno o forse vorrebbero avere, ma in misura e modo maggiore: il sole, il buon cibo, uno stile di vita che apprezza la semplicità e i piccoli piaceri della vita di ogni giorno. Se trasformiamo questi luoghi comuni in luoghi veri e propri, ne esce la graduatoria stilata dall' Hotel Price Index di Hotels.com, da cui risulta che nel 2014 Roma ha scalzato Parigi come meta preferita nel mondo dai turisti russi, mentre Milano si piazza al settimo posto.

    Scorrendo lo stivale scopriamo che dopo Roma nella la top-10 delle città più visitate dai russi in Italia ci sono, in ordine: Venezia, Milano, Firenze, Sorrento, Napoli, Verona, Torino, Pisa e Alghero. Per i prossimi mesi l'attesa degli operatori del settore è rivolta a Milano, che grazie ad eventi come il Salone del Mobile di aprile e l'EXPO a maggio diventerà la porta d'accesso all'Italia per visitatori di tutto il mondo, come precisa Gargiullo:

    Sarà determinante per hotel, turismo e aziende sfruttare la grande ondata di almeno 20 milioni di visitatori, dei quali almeno 6-8 milioni di turisti stranieri in più che arriveranno nel nostro Paese grazie all'Esposizione Universale Expo 2015. I principali paesi di provenienza dei turisti saranno dal mondo Cina e USA, dall'Europa, Francia, Germania e Regno Unito. La Russia è molto attesa: il suo padiglione è uno dei quattro maggiori dell'EXPO ed il sindaco di Milano Pisapia proprio in questi giorni ha ringraziato la delegazione russa, definendo il padiglione uno dei più belli dei paesi presenti.

    Russia e Italia quindi restano ottimi partner a livello globale, in virtù dei solidi legami storici, ma anche economici e sociali. L'auspicio di tutti è che la visita di Matteo Renzi a Vladimir Putin, prevista per i primi di marzo, possa riaffermare questa tendenza, andando incontro alle attese della gente comune, ma anche degli operatori economici, soprattutto in quei settori come l'agroalimentare e il turismo, dove le ripercussioni della situazione politica in atto (leggi sanzioni) sono più dure.

    Tags:
    Matteo Renzi, Vladimir Putin, Russia, Italia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

    Top stories

    • Vladimir Putin parla all'Assemblea Federale

      Vladimir Putin ha firmato una nuova dottrina di politica estera della Russia secondo la quale Mosca è pronta a dare a qualsiasi atto aggressivo da parte di Washington una risposta speculare o asimmetrica.

      41077
    • Rome, Italy

      Si avvicina il 4 dicembre e finalmente i cittadini italiani voteranno al referendum costituzionale. Negli ultimi mesi si sono alternati slogan altisonanti, previsioni apocalittiche, trasformando così il dibattito sulla Carta Costituzionale in un voto politico. Perché votare sì e perché votare no?

      4425
    • Vladimir Putin

      di Paul Craig Roberts.

      71014
    • Sergio Zanotti

      Si infittisce il mistero sulla scomparsa dell'imprenditore italiano Sergio Zanotti, 56 anni, sequestrato in Siria da un gruppo di sedicenti (o reali?) terroristi e del quale si sa ancora poco.

      1614
    • Il premier italiano Matteo Renzi al summit UE.

      Negli ultimi giorni di convulsa campagna referendaria abbiamo assistito a funamboliche capriole elettorali da parte degli esponenti del governo Renzi, ma l'uscita più ardita rimane quella del premier, che ha tentato di sdoganarsi quale nemico dell'establishment che comanda in Europa.

      121513
    • Vladimir Putin parla all'Assemblea Federale

      La Russia non cerca nemici, ma vuole essere artefice del proprio destino senza suggerimenti altrui non richiesti. Questa è la posizione in politica estera espressa dal presidente Putin davanti all’Assemblea Federale. Pronti a collaborare con Trump, perché dai rapporti bilaterali fra Stati Uniti e Russia dipende la sicurezza mondiale.

      0 631