20:54 14 Maggio 2021
Mondo
URL abbreviato
0 11
Seguici su

La pagina del progetto RT Redfish su Facebook è stata oscurata a causa di un errore commesso dagli strumenti automatizzati e l'accesso ad essa è stato ripristinato, ha dichiarato un portavoce di Facebook.

Lo scorso venerdì il servizio stampa di RT ha comunicato che Facebook aveva cancellato la pagina del suo progetto Redfish, una risorsa nell'orbita dell'agenzia multimediale Ruptly, per aver pubblicato dei post con foto storiche dell'esecuzione di Benito Mussolini, nonché delle atrocità commesse dai nazisti nei campi di concentramento.

Il social network ha affermato che il provvedimento è stato adottato in risposta ad una violazione delle normative della community.

Ora arriva il dietrofront di Facebook, che spiega che si è tratto di un errore:

"L'accesso alla pagina RT Redfish su Facebook è stato limitato per errore dei nostri strumenti automatizzati ed è stato ripristinato", ha dichiarato a Sputnik un portavoce di Facebook.

Quest’ultimo ha anche osservato che il social network si scusa per l'inconveniente.

Il blocco della pagina

Venerdì Redfish, in post su Twitter, ha fatto sapere che la sua pagina Facebook era stata oscurata per i post sull'Olocausto e sulla sconfitta del fascismo in Italia. Uno dei post includeva anche immagini dell'esecuzione di Benito Mussolini. L'altro post era dedicato al 76° anniversario della liberazione del campo di concentramento e sterminio nazista tedesco di Auschwitz.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook