23:01 14 Maggio 2021
Mondo
URL abbreviato
0 02
Seguici su

Un sisma 5.8 con epicentro in mare a 13 chilometri dalla città di Coquimbo ha colpito nella notte la regione a Nord di Santiago.

Un terremoto ha colpito il Cile nelle prime ore di domenica 2 maggio. Una scossa di magnitudo 5.8 è stata localizzata in mare a 13 chilometri da Coquimbo, città costiera a Nord Ovest di Santiago, alle 02:57 ora locale (06:57 U.T.C). Il sisma si è prodotto a 30,7 chilometri di profondità, secondo quanto registrato dal servizio geologico statunitense (USGS). 

​Il terremoto non ha provocato danni a persone o cose. Il governo ha fatto sapere che per le caratteristiche del sisma non ci sono le condizioni per far scattare l'allarme tsunami e sospendere le lezioni scolastiche.

Il sisma è stato avvertito dagli abitanti delle città costiere come testimoniano alcuni tweet dei cittadini de La Serena. 

​​Il Cile è spesso soggetto a frequenti terremoti, molti dei quali di magnitudo molto elevata. I cileni hanno imparato a convivere con i fenomeni tellurici e definiscono "terremoto" solo le scosse molto forti, mentre quelle inferiori a 7 gradi vengono chiamate "temblores", ovvero tremori. Su Twitter si trovano alcuni commenti autoironici degli utenti riguardo al sisma di stanotte. 

"E' incredibile come una scossa di 6 gradi qui è un tremore, mentre in altri Paesi è un terremoto, eheheh", scrive un utente cileno. "Vivere in Cile è divertente. Noi siamo abituati a terremoti che superano gli 8 gradi. Un tremore di 6 gradi ci fa il solletico", scrive un altro. 

Ma c'è anche chi è preoccupato e chiede di essere trasferito in un altro Paese. Alcuni temono invece una scossa più forte, come già è avvenuto nel passato.  

Il Cile, Paese andino del Cono Sud dell'America Latina, si affaccia sull'oceano Pacifico ed fa parte del cosiddetto anello di fuoco, la larga fascia sismica che circonda l'area oceanica e pacifica, attraversata da vulcani e faglie tettoniche. Scosse telluriche ed esplosioni vulcaniche sono molto frequenti nel Paese, in cui è avvenuto il terremoto più violento della storia, quello che il  22 maggio del 1960 colpì la città di Valdivia, a sud del Cile, con un'intensità di magnitudo 9.5.​

Lo scorso settembre nella stessa area di Coquimbo era avvenuta un'altra scossa di intensità di poco superiore a 6 gradi della scala Richter.

Tags:
terremoto, Cile
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook