14:11 16 Maggio 2021
Mondo
URL abbreviato
0 61
Seguici su

Migliaia di residenti di Bruxelles oggi si sono recati al parco Bois de la Cambre per partecipare al festival Boum 2, vietato dalle autorità per via delle restrizioni legate al coronavirus in vigore, riporta un corrispondente di Sputnik.

Gli organizzatori del festival hanno invitato le persone a partecipare all'evento nel corso dell'ultima settimana mediante post sui social network. Giovedì, su richiesta delle autorità, Facebook ha oscurato la pagina del festival, ma un giorno dopo ne è stata creata un'altra.

Alcune migliaia di utenti social hanno confermato l'intenzione di andare al parco per partecipare al festival.

Sui social sono stati condivisi diversi filmati che mostrano la situazione nel parco.

Il primo ministro belga Alexandre de Croo è intervenuto con un discorso speciale venerdì, esortando i giovani ad essere pazienti e promettendo di consentire eventi all'aperto con un massimo di 200 persone prossimamente.

Belgio, i giovani contro il governo

In Belgio finora sono vietati raduni di massa. Il governo promette di sventare il verificarsi di questi eventi.

Le organizzazioni giovanili belghe hanno già più volte accusato le autorità di essere eccessivamente severe nei confronti dei giovani che passano il loro tempo libero violando le norme sanitarie.

Un mese fa un tentativo di tenere il festival Boum, anch'esso non concordato, ha provocato scontri con la polizia.

Dall'inizio della pandemia in Belgio sono stati registrati 973.604 casi di contagio da coronavirus e 14.048 decessi. L'ultimo computo giornaliero ha rilevato 3607 contagi e 45 decessi.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook