21:35 07 Maggio 2021
Mondo
URL abbreviato
0 50
Seguici su

Il social network Twitter ha rimosso o bloccato il 60% dei contenuti vietati dopo che la Russia ha rallentato il suo traffico il mese scorso nel tentativo di far rispettare le leggi nazionali, tuttavia oltre 1.000 risorse non conformi alle leggi russe sono ancora accessibili, ha riferito l'authority delle telecomunicazioni Roskomnadzor.

"Dopo che il 10 marzo 2021 sono state prese misure per rallentare il traffico di Twitter nella Federazione Russa, l'amministrazione del social network ha rimosso o bloccato il 60% dei materiali con informazioni vietate in Russia, ovvero contenuti a carattere pedopornografico e istigatori al consumo di droga e al suicidio. Più di 1.000 materiali illegali rimangono disponibili", ha riferito il regolatore russo.

Secondo l'authority, il social network ha espresso la sua disponibilità a rimuovere o bloccare i restanti contenuti illegali in via prioritaria e ad accelerare l'allineamento alle richieste di Roskomnadzor.

Inoltre Twitter ha detto che sta lavorando a una road map per portare le sue attività in Russia in conformità con la legislazione nazionale, ha continuato Roskomnadzor.

Prima che l'authority russa adottasse misure per limitare il traffico, c'erano oltre 3.000 materiali vietati in accesso libero su Twitter, situazione che ha indotto Roskomnadzor ad inviare più di 28mila richieste a Twitter per la rimozione di contenuti sin dal 2017.

Dopo che è stato imposto il rallentamento del traffico di Twitter, Roskomnadzor ha affermato di aver rilevato oltre 900 nuove risorse illegali su Twitter.

Tags:
Social Network, Twitter, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook