15:19 06 Maggio 2021
Mondo
URL abbreviato
4220
Seguici su

A sostenerlo è l'agenzia spagnola Efe con riferimento ad una fonte, che motiva il rifiuto ad un'indagine col fatto che i casi sono estremamente rari, meno di una decina su milioni di dosi somministrate.

L'Ema, il regolatore europeo per i medicinali, ha ricevuto segnalazioni di 11 casi di trombosi dopo la somministrazione dei vaccini Pfizer e di 2 casi dopo l'uso del vaccino Moderna nel territorio della Ue, ma non avvierà alcuna indagine e continuerà a monitorare, riporta l'agenzia di stampa spagnola Efe con riferimento ad un fonte.

Secondo la fonte, "sebbene siano stati segnalati alcuni casi" di trombosi, questi numeri sono estremamente ridotti e non destano preoccupazioni tali da avviare un'indagine speciale sul rischio di coaguli di sangue dovuti a questi sieri anti-Covid. Si nota che sono stati segnalati 11 casi di trombosi per 60 milioni di dosi di vaccino Pfizer e due casi per 5 milioni di dosi di Moderna.

Tuttavia ha osservato la fonte, l'Ema sta "monitorando attentamente i casi segnalati a seguito dell'uso del vaccino" di Pfizer e Moderna.

Il regolatore europeo per i medicinali ha già iniziato a studiare i dati sullo sviluppo di complicanze tromboemboliche in pazienti vaccinati con il siero anti-Covid sviluppato dalla divisione farmaceutica Janssen della multinazionale Johnson & Johnson.

In precedenza complicazioni simili sono state registrate nell'utilizzo del vaccino di AstraZeneca. Una possibile associazione di trombosi con la vaccinazione di AstraZeneca è stata riconosciuta dall'Ema e ha deciso di includere le corrispondenti informazioni sul foglio illustrativo del farmaco.

Tags:
Europa, vaccino, Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook