21:26 14 Maggio 2021
Mondo
URL abbreviato
112
Seguici su

Il rappresentante commerciale degli Stati Uniti Katherine Tai e Bill Gates hanno discusso della rinuncia alla proprietà intellettuale per quanto riguarda i vaccini contro il COVID-19, che potrebbe potenzialmente aiutare l'India e altre nazioni a combattere meglio la pandemia. Lo ha reso noto l'ufficio del Rappresentante in un comunicato mercoledì.

La rinuncia ai diritti di proprietà intellettuale è considerata cruciale per migliorare la capacità di produzione di vaccini in India visto il peggioramento della situazione nel Paese.

"La rappresentante per il commercio degli Stati Uniti Katherine Tai ha incontrato ieri Bill Gates, co-fondatore e co-presidente della Bill & Melinda Gates Foundation, per discutere dell'aumento della produzione di vaccini, dei problemi della salute globale e della proposta di rinuncia a determinate disposizioni dell'accordo del WTO sui diritti di proprietà intellettuale attinenti al commercio (TRIPS) riguardo la pandemia di COVID-19", si legge nel comunicato.

Il comunicato sottolinea come la Tai sia impegnata nel favorire una risposta globale coordinata alla pandemia di COVID-19.

Nell'ottobre 2020 l'India e il Sud Africa hanno chiesto ai membri del WTO (l'Organizzazione mondiale del commercio) di rinunciare alle protezioni di brevetti, diritti d'autore, design industriali e informazioni riservate relative al trattamento del COVID-19, compresi i vaccini, fino a quando non sarà in atto una diffusa vaccinazione  a livello globale.

Gates si è comunque detto in precedenza contrario alla rinuncia della proprietà intellettuale sui vaccini. 

Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook