19:06 17 Maggio 2021
Mondo
URL abbreviato
10227
Seguici su

Le recenti espulsioni di diversi diplomatici dalle ambasciate russe e cece dai rispettivi paesi ha portato a un'ulteriore escalation delle relazioni tra Mosca e Praga, e ora si vedono coinvolti anche altri paesi.

Due dipendenti dell'ambasciata lituana, un dipendente delle missioni diplomatiche di Lettonia ed Estonia e tre slovacchi e lasceranno la Russia entro una settimana, ha riferito il ministero degli Esteri russo.

Mosca ha espresso una forte protesta ai rappresentanti di questi Paesi che, in precedenza, hanno dichiarato diversi russi personae non gratae per solidarietà con la Repubblica Ceca.

Misure analoghe sono state adottate anche da Stati Uniti, Bulgaria, Ucraina, Polonia e Romania.

Le relazioni tra Mosca e Praga sono in grave crisi, con le parti che hanno espulso decine di persone dopo che le autorità ceche hanno accusato la Russia di essere coinvolta negli attentati del 2014 di un deposito di armi a Vrbetice.

In alcuni casi, l'espulsione faceva parte della politica delle sanzioni, in altri c'erano accuse di spionaggio, mentre in altri ancora le agenzie hanno fatto riferimento alla Convenzione di Vienna, che consente di non indicare i motivi.
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook