21:49 14 Maggio 2021
Mondo
URL abbreviato
0 10
Seguici su

Mercoledì scorso la polizia ha sparato ferendo a morte Andrew Brown Jr. Le forze dell'ordine agivano in base a mandati d'arresto, tra cui per accuse legate alla droga, inclusa la detenzione a fini di spaccio di cocaina.

L'FBI ha aperto un'indagine sulla morte dell'afroamericano Andrew Brown Jr. mercoledì scorso, si legge in un comunicato.

Gli avvocati della famiglia di Andrew Brown Jr. hanno affermato che i risultati dell'autopsia hanno mostrato che gli agenti di polizia della Carolina del Nord hanno sparato al 42enne alla nuca mentre agivano in base ad un mandato.

"Quello che il nostro rapporto preliminare dell'autopsia mostra è che c'erano cinque ferite da arma da fuoco penetrante nel corpo di Andrew Brown Jr.", ha detto martedì l'avvocato di famiglia Wayne Kendall.

In precedenza era stato riferito che alla famiglia di Brown Jr. erano stati mostrati 20 secondi del video della "body-camera" che sembrava mostrarlo con le mani sul volante della sua auto prima di essere ucciso. Dopo aver visto questo, il figlio di Brown ha esclamato che la sparatoria a Elizabeth City era stata un'esecuzione.

"Mio padre è stato giustiziato mentre cercava di salvarsi la vita", ha detto Khalil Ferebee ai giornalisti durante una conferenza stampa nella giornata di ieri.

La famiglia ha ammesso che Brown ha cercato di scappare, ma hanno sottolineato che era stato minacciato anche prima di tentare la fuga. I bozzi dei proiettili si potevano vedere volare nel video prima che il suo veicolo si muovesse, ha affermato l'avvocato Chantel Cherry-Lassiter.

Ha continuato dicendo che almeno sette agenti erano presenti durante i fatti.

Il team legale della famiglia ha esortato le autorità a rendere pubblici i filmati di altre body-camera e delle telecamere del cruscotto della polizia. Tuttavia, il video dell'incidente non è ancora stato reso pubblico, nonostante i numerosi appelli della gente e di alcuni funzionari locali.

Lo sceriffo Tommy Wooten II è intervenuto, dicendo che la vicenda "è stata rapida e si è conclusa in meno di 30 secondi", aggiungendo che "le body-camera sono traballanti e talvolta difficili da decifrare".

Mercoledì scorso gli aiutanti dello sceriffo hanno sparato ferendo a morte Andrew Brown Jr. L'incidente ha scatenato un'ondata di proteste nella zona, costringendo le autorità a proclamare lo stato d'emergenza.

La polizia ha detto che Brown Jr. aveva precedenti penali per droga e di resistenza all'arresto, motivo per cui hanno aperto il fuoco. Dopo la fatale sparatoria, sette poliziotti sono stati sospesi dal servizio.

Tags:
Razzismo, Polizia, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook