13:35 09 Maggio 2021
Mondo
URL abbreviato
0 20
Seguici su

La Svizzera ha aggiunto l'India alla lista di paesi a rischio per via della diffusione del nuovo ceppo di coronavirus B.1.617, ha annunciato l'Ufficio federale della Sanità Pubblica (UFSP) della Confederazione.

"L’India è ora inclusa nell'elenco degli Stati e delle regioni con un rischio elevato di contagio da coronavirus", afferma l'ente sanitaria in un post su Twitter.

La decisione è entrata in vigore nella serata di oggi, alle ore 18.00. Da questo momento quindi a tutti coloro che arrivano dall'India si applicano le misure previste per le zone presenti nella lista:

  • test PCR negativo prima della partenza
  • una quarantena di 10 giorni all'arrivo.

Le autorità sanitarie elvetiche richiamano l'attenzione dei viaggiatori sul fatto che un test negativo o una vaccinazione non esentano dall'obbligo di autoisolamento.

Ceppo indiano e vaccini

L'UFSP ha motivato la misura adottata oggi con la diffusione nell'India del ceppo B.1.617, noto infatti anche come il ceppo indiano.

"La variante virale B.1.617. è altamente presente in India e può vanificare parte della protezione offerta dai vaccini o da una precedente infezione da COVID-19. Attualmente questa variante non è diffusa in Svizzera", aggiunge l'ente.

Lo scorso sabato in Svizzera è stato rilevato il primo caso di contagio dal ceppo indiano. E' un passeggero che era entrato nel Paese attraverso un aeroporto di transito. I primi casi di questo ceppo sono presenti anche in Italia. Nel pomeriggio d'oggi il governatore del Veneto Luca Zaia ha annunciato che i primi due casi della variante indiana di coronavirus sono stati identificati a Bassano.

Ieri, il ministro della Salute italiano Roberto Speranza ha firmato una nuova ordinanza che "vieta l’ingresso in Italia a chi negli ultimi 14 giorni è stato in India".

In India situazione fuori controllo

Un impiegato dell'Institute of Genomics and Integrative Biology in India Vinod Scaria ha dichiarato che un'équipe di scienziati ha rilevato nello stato Bengala Occidentale il nuovo ceppo del coronavirus B.1.618, caratterizzato da un riarrangiamento cromosomico di sei nucleotidi (H146del e Y145del), oltre alla mutazione E484K e D614G nella proteina Spike.

Il professore di epidemiologia indiano Madhukar Pai sostiene che la nuova variante è il ceppo con una tripla mutazione ed è in grado di diffondersi più velocemente.

Il nuovo ceppo B.1.618 è la seconda linea di coronavirus ad essere identificata in India. La prima è B.1.617, nota anche come variante con doppia mutazione del coronavirus.

Intanto, nel Paese cresce in maniera drammatica il numero di nuove infezioni, con circa 2 milioni solo nell'ultima settimana. Impressionante anche il numero di morti: 2.812 nuovi decessi annunciati oggi.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook