00:51 08 Maggio 2021
Mondo
URL abbreviato
0 02
Seguici su

Stando ai primi dati preliminari l'eruzione vulcanica non avrebbe causato né vittime né danni strutturali.

Il vulcano Sakurajima, situato sull'isola sudoccidentale giapponese di Kyushu, si è risvegliato nel corso di domenica notte, vomitando una colonna di fumo nell'aria per oltre 2,3 chilometri.

Lo riferisce l'agenzia di stampa Kyodo, citando l'Agenzia metereologica giapponese.

L'eruzione, stando a quanto riportato, è avvenuta alle 01:09 ora locale (le 17.09 ora italiana di sabato). Successivamente, l'agenzia meteorologica ha emesso un avviso sollecitando le persone nelle città di Kagoshima e Tarumizu nella prefettura di Kagoshima a mettersi al riparo a causa dell'attività vulcanica.

L'agenzia ha anche registrato flussi piroclastici ad una distanza di 1,8 chilometri dal cratere Minamidake e ha ampliato la zona di divieto di ingresso attorno al cratere da 2 a 2,4 chilometri.

Non sono stati segnalati danni o vittime a seguito dell'eruzione, precisa l'agenzia di stampa nipponica

Una grande eruzione del vulcano avvenuta una decina di anni fa aveva causato la caduta di una quantità record di cenere sulla vicina città di Kagoshima, pari a 243 grammi per metro quadrato.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook