13:03 16 Maggio 2021
Mondo
URL abbreviato
722
Seguici su

Il giovane, che era armato di coltello, era stato segnalato per aver lanciato dei sassi sull'autostrada.

Nelle scorse ore l'ufficio dello sceriffo della contea di Contra Costa, a San Francisco, ha rilasciato un video (materiale esplicito, ndr) che mostra la sparatoria mortale nella quale il vice sceriffo Andrew Hall ha freddato Tyrell Wilson, un 33enne senzatetto afroamericano.

Stando a quanto riportato dal San Francisco Gate, la sequenza è tratta da quattro video separati che ritraggono diverse prospettive delle riprese dell'11 marzo: una della bodycam dello stesso sceriffo, due di telecamere stazionarie e l'ultima di un veicolo civile.

Nel filmato si vede Hall chiamare Wilson nel mezzo di un incrocio tra Sycamore Valley Road e Camino Ramon, dopo che la vittima era stata segnalata per aver lanciato dei sassi contro un auto.

"Ehi amico, vieni qui, vieni qui, vieni qui, stai attraversando fuori dalle strisce. Vieni qui", si sente gridare Hall.

E' poi possibile vedere Wilson che mentre si allontana dall'ufficiale armato di coltello gli dice:

"Toccami e guarda cosa succede".

Hall a questo punto ha estratto la pistola d'ordinanza e ha chiesto a Wilson di "gettare il coltello" per tre volte. Wilson a questo punto ha rifiutato e, dopo aver fatto un passo avanti in maniera inconsulta, è stato freddato sul posto dall'agente.

Wilson è stato quindi soccorso e trasportato in ospedale da un'ambulanza, dove è deceduto alcuni giorni dopo.

In merito alla vicenda lo sceriffo di Contra Costa ha rilasciato un comunicato ufficiale nel quale ha sottolineato come Hall abbia agito per legittima difesa.

Lo stesso agente due anni fa era stato incriminato per omicidio colposo e aggressione dopo aver ucciso un uomo filippino disarmato. 

La condanna a Derek Chauvin

Martedì scorso i giurati assegnati al processo di Derek Chauvin, il poliziotto accusato di omicidio involontario di secondo grado, omicidio di terzo grado e omicidio colposo di secondo grado per la morte del residente del Minnesota George Floyd il 25 maggio 2020, hanno dichiarato martedì che l'ex poliziotto era colpevole di tutti i capi d'accusa, portando a termine tre settimane di testimonianze di esperti e testimoni.

Accusato di omicidio di secondo grado, Chauvin rischia fino a 40'anni di carcere solo per questo reato. L'omicidio di terzo grado e l'omicidio colposo di secondo grado comportano pene detentive massime rispettivamente di 25 anni e 10 anni. Chauvin si è dichiarato non colpevole di tutte le accuse.

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook