01:26 08 Maggio 2021
Mondo
URL abbreviato
301
Seguici su

Il pontefice della Chiesa cattolica ha annunciato una sua prossima visita in Libano, in accordo con il Primo ministro libanese di partire una volta formatosi il nuovo governo.

Papa Francesco farà una visita promessa in Libano dopo che si sarà formato un nuovo governo, ha detto il premier libanese Saad Hariri dopo l'incontro con il pontefice giovedì in Vaticano.

"Papa Francesco mi ha detto che vorrebbe visitare il Libano, ma solo dopo la formazione del governo, e questo dovrebbe essere un messaggio per accelerare questo processo", ha detto il Hariri in una trasmissione sul canale televisivo Al-Jadid.

Secondo il Primo ministro, tutti gli attuali problemi del Libano sono stati discussi durante l'incontro con il pontefice.

"Sanno chi sta ostacolando e chi no [nel formare un governo]. Sono previste visite in Libano da parte del Vaticano per risolvere il problema [della crisi politica]", ha aggiunto.

Hariri ha fatto appello a Papa Francesco per chiedere aiuto e il pontefice, come ha detto, ha risposto alla richiesta. "Il problema in Libano è che c'è un campo che vuole mettere la mano su tutte le industrie, e un altro campo che cerca un'economia libera con tutti i paesi del mondo, non solo all'interno del paese", ha riferito.

Saad Hariri
© AP Photo / Alex Brandon
Saad Hariri

Secondo il Primo ministro, il processo di formazione di un governo, tra le altre cose, si fermerà a causa dei problemi di Gebran Basil, capo del più grande partito cristiano Movimento Patriottico Libero, e dei suoi alleati al di fuori del paese.

"Ci troviamo in una situazione molto difficile. La formazione del governo ci permetterà di fermare il crollo, ma c'è chi ci impedisce di svolgere questo compito", ha aggiunto Hariri.

All'inizio di giovedì, il servizio stampa della Santa Sede ha detto ai giornalisti che Papa Francesco ha ricevuto giovedì il Primo ministro libanese Saad Hariri in Vaticano e ha confermato la sua intenzione di visitare il Paese "non appena si presenteranno le condizioni".

Dopo una visita in Iraq a marzo, Papa Francesco ha detto che intende visitare il Libano. Il metropolita della Chiesa cattolica caldea in Libano, Michel Casarji, aveva detto in precedenza a Sputnik che è probabile che il pontefice chiamerà tutte le comunità libanesi a riflettere e a iniziare ad agire insieme per il futuro del paese. Di solito ci vogliono circa sei mesi per preparare un viaggio del genere.

Dall'autunno 2019, il Libano sta attraversando una profonda crisi economica, sociale e politica. Durante questo periodo, si sono dimessi due governi. Il valore della valuta nazionale sul mercato nero è aumentato di quasi dieci volte, mentre il tasso ufficiale nelle banche è rimasto a 1500 per dollaro USA. I conti in valuta estera dei depositanti bancari sono rimasti congelati per più di un anno e mezzo e i prezzi di molti prodotti sono aumentati durante questo periodo di oltre il 400%.

In questo contesto, il numero di famiglie al di sotto della soglia di povertà è aumentato drasticamente e il tasso di disoccupazione ha superato la soglia del 50%. La situazione è stata esacerbata dalla presenza di circa 2 milioni di rifugiati dalla Siria e dalla Palestina nel paese e dalla terribile situazione posta dalla pandemia di coronavirus.
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook