18:25 17 Maggio 2021
Mondo
URL abbreviato
Di
20640
Seguici su

Scoppia la polemica sull'alert pubblicato dal sito dell'ambasciata americana a Roma sul rischio Covid e terrorismo per i viaggi in Italia. E il partito di Giorgia Meloni presenta un'interrogazione in Parlamento.

“Non viaggiate in Italia per il Covid-19, esercitare una maggiore cautela a causa del terrorismo”. È questo l’avviso comparso lo scorso 20 aprile sul sito dell’ambasciata americana a Roma.

La rappresentanza diplomatica di Washington sconsiglia ai propri cittadini di viaggiare nel nostro Paese.

L'allarme su Covid e attacchi terroristici

“Il centro per il Controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) – si legge nella versione inglese del sito dell’ambasciata - ha emesso un avviso di livello 4 per l’Italia, che indica un livello molto alto di Covid nel Paese”.

“Ci sono – continua la comunicazione diretta ai viaggiatori americani – restrizioni che riguardano l’ingresso dei cittadini statunitensi in Italia”.

Ma non è finita. Secondo l’ambasciata americana ci sarebbe anche il rischio terrorismo. I gruppi terroristici “continuano a preparare attacchi contro l’Italia”.

“Possono colpire – avverte ancora l’ambasciata – con poco o nessun preavviso, colpendo siti turistici, hub del trasporto, mercati, centri commerciali, edifici del governo, hotel, discoteche, ristoranti, luoghi di culto, parchi, eventi sportivi e culturali, istituzioni educative, aeroporti ed altri luoghi pubblici”.

Insomma, una vera e propria mazzata sul turismo nel nostro Paese. Ma anche un alert decisamente preoccupante riguardo la nostra sicurezza interna che ha fatto scoppiare immediatamente un caso politico. Fratelli d’Italia ha presentato un’interrogazione parlamentare.

L'interrogazione di Fratelli d'Italia

“Se da una parte lo stigma del Covid -19 e del terrorismo è idoneo a pregiudicare ulteriormente la stagione turistica italiana, dall'altra la segnalazione del rischio terroristico insorgente apre uno squarcio agghiacciante sotto il profilo della sicurezza pubblica”, si legge nell’interpellanza presentata dal partito di Giorgia Meloni.

Georgia Meloni
© AP Photo / Andrew Medichini
Georgia Meloni

“La propalazione circa probabili attacchi terroristici ai danni dell'Italia interviene, oltre tutto, nel momento della paralisi del Copasir”, nota Andrea Del Mastro, deputato del partito di Giorgia Meloni, citato da La Stampa.

“Il presidente del Consiglio e i ministri competenti – si chiede – hanno ricevuto segnalazioni sul rischio di attentati in Italia da parte dei nostri servizi segreti?” e “ritengono fondato o meno l'allarme dell'ambasciata americana”.

L’appello al governo è quello di “tutelare l'immagine italiana di paese sicuro”. “Il Copasir – chiede ancora Fratelli d’Italia - è nelle condizioni di piena operatività per verificare la fondatezza degli allarmi lanciati dalla ambasciata americana in Italia e per verificare autonomamente, sotto il controllo parlamentare e sotto indicazioni di audizioni, la fondatezza di eventuali rischi di attentati terroristici in Italia?”.

Di sicuro la comunicazione apparsa sul sito della rappresentanza diplomatica rischia di compromettere ulteriormente una stagione turistica che nel nostro Paese si preannuncia già difficile.

Correlati:

Confindustria: turismo ed export i settori più colpiti dalla crisi, incerta risalita dalla voragine
L’Italia rischia di perdere la partita del turismo?
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook