19:03 17 Maggio 2021
Mondo
URL abbreviato
0 23
Seguici su

Nel laboratorio è stato rinvenuto un vero e proprio arsenale, oltre a vari manuali sulla fabbricazione di armi ed esplosivi ed un manuale su come compiere azioni di guerriglia in contesto urbano.

La polizia nazionale spagnola ha scoperto un laboratorio sull'isola di Tenerife, alle Canarie, nel quale venivano prodotte delle armi utilizzando stampanti 3D.

Si tratta del primo laboratorio di questo tipo rintracciato sul territorio nazionale spagnolo, hanno riferito le forze dell'ordine in un comunicato.

Si precisa che il processo produttivo avveniva in nella città di Santa Cruz de Tenerife, e che una persona è stata arrestata con l'accusa di possesso illecito di armi ed esplosivi.

Durante la perquisizione sono state sequestrate due stampanti 3D, oltre a bossoli, silenziatori, caricatori, una carabina, e varie altre parti di armi e sostanze per la fabbricazione di esplosivi. Inoltre, sono state sequestrate due pistole stordenti, cinque coltelli, un machete, una spada e una fondina con una svastica. 
Una stampante 3D
© CC0 / Pixabay
Una stampante 3D

Gli inquirenti hanno poi sequestrato oltre una trentina di libri sulla produzione di armi ed esplosivi, un manuale sulla stampa di armi con stampante 3D, un libro di testo sulla guerriglia in città e altro ancora. 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook