19:01 17 Maggio 2021
Mondo
URL abbreviato
203237
Seguici su

Il lasciapassare per viaggiare all'interno della Ue sarà pronto il primo giugno e diventerà operativo entro luglio. Permetterà la riapertura delle frontiere.

La Commissione europea punta ad un certificato digitale per consentire il ripristino della libera circolazione all'interno degli Stati membri in vista della stagione estiva.

Il lasciapassare si chiamerà digital green pass e farà il suo debutto l'1 giugno, con un anticipo di quindici giorni rispetto al calendario inizialmente previsto.

L'obiettivo è quello di renderlo pienamente operativo in tutti Paesi entro l'1 luglio. 

Come funzionerà

Il green pass fornirà informazioni sulle condizioni di salute del suo possessore. In particolare serve a provare di non essere possibili vettori del Covid-19.

  1. Per ottenerlo basterà scaricare da un sistema di app un codice QR da tenere nel cellulare o stampare su carta.
  2. Bisognerà dimostrare una delle seguenti condizioni:
  • essere negativi al Covid-19;
  • aver ricevuto uno dei vaccini riconosciuti da EMA; 
  • essere guariti dal Covid-19. 

Il sistema è già stato messo in campo da alcuni Paesi europei, come la Grecia, che ha annunciato l'apertura delle frontiere tramite pass a partire da metà maggio. 

Un modello analogo verrà implementato anche in Italia con un pass che servirà a spostarsi fra regioni di colore diverso.

© AP Photo / Yorgos Karahalis
Una spiaggia in Grecia

Non è un passaporto

Ogni Paese europeo avrà una certa autonomia nell'utilizzo del green pass, ma le autorità Ue mettono in guardia sul fatto che certificato non è un passaporto vaccinale e non è una precondizione per esercitare il diritto alla libera circolazione, che non è soggetto ad alcuna discriminazione nei confronti delle persone non vaccinate. 

Il green pass, infine, sarà un documento temporaneo e decadrà una volta finita l'emergenza sanitaria dovuta alla pandemia da Covid-19. 

 

Tags:
Coronavirus, UE
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook