12:47 09 Maggio 2021
Mondo
URL abbreviato
232
Seguici su

Lo si afferma nella dichiarazione congiunta degli inviati speciali sul clima John Kerry e Xie Zhenhua.

La Cina e gli Stati Uniti hanno concordato di cooperare sulla questione del cambiamento climatico. Ad affermarlo in una dichiarazione congiunta dopo i colloqui di Shanghai sono l'inviato speciale presidenziale degli Stati Uniti per il clima John Kerry e l'inviato speciale cinese per i cambiamenti climatici Xie Zhenhua.

"Gli Stati Uniti e la Cina sono impegnati a cooperare tra loro e con altri paesi per affrontare la crisi climatica, che deve essere affrontata con la serietà e l'urgenza che richiede. Ciò include sia il potenziamento delle rispettive azioni che la cooperazione nei processi multilaterali, tra cui la Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici e l'accordo di Parigi ", si legge nella dichiarazione rilasciata sabato dal Dipartimento di Stato americano.

John Kerry ha incontrato Xie Zhenhua a Shanghai il 15 e 16 aprile. Secondo la loro dichiarazione congiunta, gli Stati Uniti e la Cina attendono con impazienza il Vertice dei leader sul clima ospitato dagli Stati Uniti, previsto per il 22 e 23 aprile.

"Condividiamo l'obiettivo del vertice di aumentare l'ambizione climatica globale sulla mitigazione, l'adattamento e il sostegno sulla strada per la COP 26 a Glasgow", ha detto il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti.

In preparazione alla prossima Conferenza sui cambiamenti climatici, o COP26, prevista per novembre nella città scozzese di Glasgow, Stati Uniti e Cina continueranno a discutere azioni concrete negli anni 2020 per ridurre le emissioni volte a mantenere sotto controllo il limite di temperatura allineato all'accordo di Parigi.

Gli Stati Uniti e la Cina rimangono "fermamente impegnati" a lavorare insieme e con altri paesi per rafforzare l'attuazione dell'accordo di Parigi, secondo la dichiarazione congiunta.

Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha affermato che la Cina e gli Stati Uniti intendono sviluppare le loro strategie a lungo termine mirate a zero emissioni nette di gas serra e alla neutralità del carbonio. Agiranno inoltre per massimizzare gli investimenti internazionali a sostegno della transizione verso le energie rinnovabili nei paesi in via di sviluppo.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook