19:17 17 Maggio 2021
Mondo
URL abbreviato
650
Seguici su

Non è ancora nota l'identità del tiratore, che sembrerebbe essere braccato dalle forze di polizia.

Uno scontro a fuoco ha avuto luogo in uno stabilimento della FedEx di Indianapolis intorno alle 23.00 ora locale di giovedì (le 05:00 ora italiana), stando a quanto riportato dall'emittente locale WRTV.

Sul posto è intervenuta immediatamente la polizia, che ha segnalato almeno 8 possibili vittime della sparatoria.

Al momento non sono ancora note l'identità e le motivazioni del tiratore, che stando ai primi rapporti preliminari rimane ancora a piede libero.

Sul web intanto hanno iniziato a fare la propria comparsa diverse immagini e sequenze filmate che rendono conto della situazione intorno al luogo della possibile strage.

Quello di Indianapolis è il secondo hub per importanza della compagnia di spedizioni e consegne, con circa 4.500 persone impiegate.

La scia di sangue negli USA e il pugno di ferro di Biden

L'incidente di Minneapolis arriva dopo le recenti mortali sparatorie avvenute a Boulder, in Colorado, ad Atlanta, in Georgia, oltre che a Bryan, Texas, e in un liceo del Tennessee.

In seguito a questi nuovi episodi di violenza, la scorsa settimana l'amministrazione Biden ha annunciato quelle che ha descritto come "sei azioni iniziali" per affrontare la violenza armata, in particolare impegnandosi a fermare la proliferazione delle cosiddette "pistole fantasma" e implementando una legislazione definita della "bandiera rossa", che in sostanza consentirebbe di impedire temporaneamente l'accesso alle armi alle persone che dovessero destare preoccupazioni o sospetti.

Il presidente ha anche chiesto di rimuovere i produttori di armi dall'immunità legale di cui attualmente godono al Congresso per le armi che producono.

"L'unico settore in America, un settore da miliardi di dollari che non può essere citato in giudizio sono i produttori di armi", ha detto Biden.

La nuova iniziativa dell'inquilino della Casa Biancasul controllo delle armi ha riacceso il dibattito e ha suscitato critiche da parte di alcuni, in particolare dal governatore repubblicano del Texas, che ha accusato Biden di minacciare i diritti forniti agli americani dal Secondo Emendamento della Costituzione degli Stati Uniti, che afferma che il diritto degli americani ad impiegare le armi non deve essere violato.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook