13:24 09 Maggio 2021
Mondo
URL abbreviato
Di
201
Seguici su

L'ultimo sequestro in Messico, dove le false fiale di Pfizer venivano piazzate a 2mila euro a dose. Ma i fari dell'Interpol sono puntati anche sull'Europa: da Varsavia una richiesta sospetta per migliaia di flaconi compatibili con quelli in cui viene distribuito il vaccino dell'azienda americana.

Prima il sequestro di 400 fiale, l’equivalente di 2,400 dosi, all’inizio di marzo in un deposito di Germiston, a est della città sudafricana di Johannesburg. A finire in manette furono tre cittadini cinesi e uno dello Zambia. Poi lo smantellamento di una rete di 80 persone, sospettate di essere dedite alla vendita di falsi vaccini anti-Covid in Cina, con il sequestro di 3mila dosi.

Ma questa, secondo il Segretario Generale dell’Interpol, Juergen Stock, citato dalla Reuters, “potrebbe essere soltanto la punta dell’iceberg”.

E, in effetti, nelle scorse settimane, nuove partite di falso vaccino Pfizer sono state sequestrate in Messico. A confermarlo è stata anche l’Oms che, citando il produttore americano, ha fatto sapere che “il numero di lotto e le date di scadenza sono falsificate” e che “le fiale di vetro e l’etichetta sono diverse dalle originali del vaccino Covid-19”.

Eppure il vaccino fake veniva venduto al mercato nero per la cifra record di 4mila dollari, 2mila per la prima dose e 2mila per il richiamo, a chi voleva accedere alla vaccinazione prima degli altri.

Non è chiaro quale tipo di sostanza sia stata inoculata agli incauti acquirenti. Per questo l’Oms ha fatto appello agli utenti di “consultare immediatamente un medico o un professionista sanitario qualificato e di segnalare l’incidente alle autorità nazionali di regolamentazione”, in caso di problemi o effetti collaterali.

Ma il fenomeno dei falsi vaccini potrebbe essere diffuso anche in Europa. A dicembre l’Interpol aveva già emesso un alert globale in 194 Paesi sul contrabbando dei preparati anti-Covid.

Giovedì, secondo quanto riferisce Il Messaggero, l’argomento è stato nuovamente affrontato in una riunione a porte chiuse della stessa organizzazione, in cui sono stati coinvolti i rappresentanti delle polizie di mezzo mondo e delle case farmaceutiche produttrici dei vaccini contro il coronavirus.

A far scattare di nuovo l’allarme è stata una strana richiesta a delle società di intermediari per reperire flaconi del modello utilizzato per contenere il vaccino Pfizer. Una commessa che ha insospettito l’Interpol che continua a chiedere agli Stati di mantenere alta l’allerta sul rischio di contraffazione.

Un rischio più che concreto. Il mercato nero dei vaccini fake venduti a peso d’oro starebbe prendendo piede in tutto il mondo, con tutti i rischi che ne conseguono per la salute dei cittadini.

Correlati:

Centinaia di falsi vaccini Covid-19 sequestrati in Sud Africa, Cina-Interpol
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook