22:02 12 Maggio 2021
Mondo
URL abbreviato
164
Seguici su

Muore un insegnante di 30 anni in Spagna, aveva ricevuto il vaccino AstraZeneca ed è morto a seguito di una grave trombosi. In lutto l'università presso la quale insegnava.

Un uomo di 30 anni è morto a Toledo, Spagna, dopo aver ricevuto il vaccino AstraZeneca in prima dose. L’uomo è stato ricoverato lo scorso venerdì con trombi estesi, ed è morto lunedì 12 aprile presso l’ospedale Virgen de la Salud dove era stato ricoverato.

Il policlinico universitario di Toledo, riporta il quotidiano digitale EncastillaLaMancha.es, venerdì aveva comunicato all’Agenzia spagnola per i medicinali e i prodotti sanitari, di una sospetta reazione avversa al vaccino AstraZeneca, in un paziente ricoverato in terapia intensiva presso l’ospedale Virgen de la Salud.

Ricoverato in condizioni disperate, il 30 enne è infine morto, ed ora il governo regionale di Castilla-La Mancha, sospetta che correlazione vi fosse, riporta il quotidiano locale.

L’uomo era un insegnante

Secondo quanto riportato dal magazine online, il giovane era originario della città di Almodovar del Campo, ed insegnava a Toledo presso l’Istituto universitario del lavoro. In particolare insegnava Gestione amministrativa nei corsi professionali.

L’IES Universidad Laboral di Toledo, ha osservato un minuto di silenzio questa mattina alle 9.30, per ricordare l’insegnante.

Somministrazione di AstraZeneca in Europa

Mentre alcuni Paesi hanno sospeso totalmente o in via temporanea la somministrazione del vaccino AstraZeneca alla popolazione, in alcune l’uso del vaccino prosegue con raccomandazione in via preferenziale di riservarlo a persone sopra i 60 anni come avviene in Italia, o sopra i 55 anni come avviene in Francia.

I casi di trombosi non correlata verificatisi a seguito della somministrazione della prima dose del vaccino AstraZeneca, si sono prevalentemente verificati in soggetti con meno di 60 anni.

Tags:
Coronavirus, vaccino
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook