13:03 09 Maggio 2021
Mondo
URL abbreviato
Lo sviluppo del vaccino russo contro il coronavirus (279)
0 31
Seguici su

In Repubblica Ceca quasi il 47% dei partecipanti ad un sondaggio ritiene che sia meglio essere vaccinati con il siero russo Sputnik V, non ancora registrato nel Paese, piuttosto che aspettare mesi per i vaccini europei. La rilevazione sociologica dell'agenzia STEM/MARK è stata pubblicata oggi.

"Il sostegno per il vaccino russo Sputnik V nella Repubblica Ceca è sorprendentemente alto. Facendo un'eccezione sull'uso dello Sputnik V, che non è stato ancora registrato nel Paese, il 46,6% degli intervistati è pronto a farsi vaccinare con questo preparato piuttosto che aspettare a tempo indeterminato il proprio turno per farsi somministrare uno dei vaccini europei", scrive la pubblicazione MfDNES, che ha commissionato il sondaggio.

I più desiderosi di farsi vaccinare con Sputnik V sono persone di età compresa tra 60 e 75 anni, in particolare uomini della Moravia in centri in cui vivono non più di 1.000 residenti.

Come notato nel commento, nell'ultimo mese il numero di persone che desiderano essere vaccinate nella Repubblica Ceca è aumentato del 7%, costituendo il 57% della popolazione in generale, una delle percentuali più alte tra i Paesi della regione come Polonia, Slovacchia e Ungheria.

Al momento i vaccini Pfizer/BioNTech, Moderna e AstraZeneca sono utilizzati nel Paese per la campagna di vaccinazione contro il coronavirus.

Il presidente ceco Milos Zeman in un'intervista alla rete televisiva Blesk ha affermato che, a suo avviso, l'approvazione del regolatore nazionale sarebbe sufficiente per l'uso dello Sputnik V nel Paese, in quanto l'Agenzia Europea per i Medicinali (Ema) sta esaminando la questione troppo lentamente , mentre decine di persone muoiono ogni giorno per mancanza di vaccini. Zeman ha detto che se la vaccinazione contro il coronavirus diventerà annuale sul modello di quella influenzale, allora dalla prossima volta opterà per Sputnik V che, come il vaccino Pfizer/BioNTech con cui è stato vaccinato all'inizio di quest'anno, ha l'efficacia più alta del 92%.

Il sondaggio di STEM/MARK è stato condotto dal 1° al 9 aprile. Vi hanno preso parte mille persone di età compresa tra i 18 e i 75 anni, con diversa istruzione, professione, reddito, stato civile e religiosità, che vivono in insediamenti grandi e piccoli in tutte le regioni della Repubblica Ceca. Il margine di errore statistico non è stato riportato.

Tema:
Lo sviluppo del vaccino russo contro il coronavirus (279)
Tags:
Russia, Repubblica Ceca, vaccino, Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook