15:30 16 Maggio 2021
Mondo
URL abbreviato
0 41
Seguici su

La Cina spera che l'India soddisfi tutti gli accordi raggiunti sulla questione del confine di Ladakh, ha detto il Ministero della Difesa cinese dopo una riunione di alti comandanti militari.

Il Ministero della Difesa indiano ha detto sabato che, durante la riunione dei comandanti dell'11o corpo, India e Cina hanno discusso su come garantire il pieno disimpegno delle forze lungo la cosiddetta linea di controllo effettivo (ALC). I colloqui si sono svolti venerdì presso il punto d'incontro al confine tra Chushul e Moldo, al confine con l'Himalaya.

Domenica il Ministero della Difesa cinese ha dichiarato di aspettarsi che la parte indiana cooperi per mantenere insieme la pace e la stabilità nella regione di confine.

"Speriamo che la parte indiana conservi la mitigazione della situazione nell'area di confine, e rispetti gli accordi e il consenso raggiunti dalle forze militari dei due Paesi durante i precedenti negoziati", ha detto il Ministero della Difesa.

Il 25 febbraio, il Ministro indiano degli Esteri Subrahmanyam Jaishankar ha discusso delle relazioni tra Nuova Delhi e Pechino nei colloqui telefonici con la propria controparte cinese, Wang Yi.

I colloqui sono iniziati poco dopo il 10o round di incontri tra ufficiali di primo livello del corpo indiano e cinese, dopo il completamento del disimpegno delle truppe su entrambe le rive del lago Pangong Tso, conteso tra i due paesi.

Dalla guerra del 1962 tra India e Cina, i due non hanno una linea di confine debitamente delimitata sull'Himalaya. A seguito di un' escalation mortale nei pressi del lago Pangong Tso lo scorso maggio, India e Cina hanno aumentato la loro presenza militare nella regione contesa, lanciando contemporaneamente consultazioni di disimpegno.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook