21:28 07 Maggio 2021
Mondo
URL abbreviato
9120
Seguici su

La Repubblica islamica aveva precedentemente informato l'Agenzia internazionale per l'energia atomica (AIEA) dei suoi piani per potenziare le operazioni di arricchimento, nonostante le restrizioni imposte dal Piano d'azione globale congiunto (PACG) del 2015.

Teheran ha messo in funzione lenuove centrifughe per l'arricchimento dell'uranio, secondo quanto riportato sabato dalla TV di stato iraniana.

Il presidente iraniano Hassan Rouhani ha ufficialmente inaugurato 164 centrifughe IR-6 e 30 dispositivi IR-5 presso l'impianto di arricchimento dell'uranio di Natanz in Iran.

La notizia arriva dopo che i firmatari del PACG, l'accordo sul nucleare iraniano siglato nel 2015, si sono riuniti a Vienna per discutere il possibile ritorno sia dell'Iran che degli Stati Uniti al rispetto dell'accordo.

L'impianto di arricchimento dell'uranio di Natanz, Iran
© AP Photo / HASAN SARBAKHSHIAN
L'impianto di arricchimento dell'uranio di Natanz, Iran

La ripresa delle trattative sul nucleare

Nelle ultime settimane l'amministrazione americana ha espresso il desiderio di annullare il ritiro del 2018 dall'accordo da parte dell'amministrazione Trump, ma ha osservato che Teheran dovrebbe presentare "limiti permanenti e verificabili" al suo programma nucleare.

L'Iran, tuttavia, ha sottolineato che la parte americana deve abolire tutte le sanzioni contro Teheran prima che siano possibili colloqui.

Le limitazioni al programma iraniano

In base al piano d'azione globale congiunto, all'Iran è stato consentito di arricchire l'uranio solo utilizzando centrifughe IR-1 di prima generazione presso l'impianto sotterraneo di arricchimento del combustibile (FEP) di Natanz.

Tuttavia l'anno scorso la nazione ha iniziato ad aggiungere centrifughe più avanzate che possono arricchirsi molto più velocemente dell'IR-1. Ciò faceva parte del suo percorso generale per la sospensione graduale degli obblighi ai sensi dell'accordo in risposta alle sanzioni statunitensi.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook