23:37 17 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
0 51
Seguici su

Per il sesto giorno consecutivo l'Irlanda del Nord ha assistito a violenti scontri, durante i quali dei gruppi di manifestanti hanno dirottato e incendiato un autobus, ferendo a quanto riferito l'autista e un giornalista presente sul posto.

Il veicolo a due piani è stato rubato a Belfast dai manifestanti che in seguito gli hanno lanciato diverse bottiglie incendiarie, dando fuoco al veicolo all'incrocio tra Lanark Way e Shankill Road, con l'autista che sarebbe stato aggredito.

Un fotoreporter, che si trovava sul posto per seguire le manifestazioni, è stato a sua volta attaccato dai manifestanti, stando a quanto riportato dall'Irish Mirror.

Inoltre, i rivoltosi hanno bruciato i cancelli tra Shankill Road e Lanark Way a Belfast Nord, dopo aver bruciato pneumatici e bidoni vicino ai cancelli.

Scontri di strada con la polizia si sono verificati in diverse parti dell'Irlanda del Nord, quando i manifestanti hanno lanciato pietre contro gli agenti.

Come riportato dall'emittente SkyNews, più di 40 agenti di polizia sono rimasti feriti e nove persone sono state arrestate dallo scoppio dei nuovi disordini.

Il primo ministro britannico Boris Johnson ha condannato le "scene di violenza" nell'Irlanda del Nord, esortando le parti a risolvere i disaccordi "attraverso il dialogo, non la violenza criminale".

L'origine delle proteste

I disordini sono iniziati la scorsa settimana dopo che la Procura dell'Irlanda del Nord si è rifiutata di formulare un capo di accusa a carico dei membri del Partito Repubblicano Nazionale Sinn Fein, i quali a dispetto delle restrizioni anti-Covid hanno partecipato al funerale dell'ex membro dell'Esercito Repubblicano Irlandese Provvisorio (IRA) Bobby Storey, che ha combattuto per la separazione dal Regno Unito.

I disordini si sono trasformati in proteste violente mentre i lealisti, che sostengono legami più stretti con Londra, sono scontenti per i termini del protocollo dell'Irlanda del Nord, una sezione dell'accordo sulla Brexit tra Londra e Bruxelles.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook