23:46 17 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
0 0 0
Seguici su

L'indagine dell'Istituto nazionale di sanità ha evidenziato che proprio il lockdown potrebbe essere stata la principale causa del significativo calo nel consumo di bevande alcoliche da parte dei finlandesi.

Il consumo di alcol puro in Finlandia nel 2020 per persona di età superiore ai 15 anni è stato di 9,2 litri, in calo del 5,2% su base annua, mentre gli acquisti di alcolici online sono aumentati del 58%.

E' quanto emerge da uno studio dell'Istituto nazionale di sanità e sviluppo sociale finlandese (THL).

“Il consumo totale di alcol pro capite dai 15 anni in su è diminuito del 5,2% nel 2020, a 9,2 litri di alcol puro. La ragione del calo è stata la pandemia di coronavirus e le misure restrittive che hanno ridotto il consumo di alcol da parte dei finlandesi, soprattutto nell'aprile-giugno 2020 ", si legge nel comunicato.

Gli esperti hanno inoltre affermato che la diminuzione del consumo totale è principalmente dovuta a una diminuzione dell'importazione di bevande alcoliche da parte dei viaggiatori di oltre il 50% durante il 2020, a causa delle restrizioni sui viaggi in Estonia e Svezia, i principali canali per l'importazione di alcol da parte dei turisti.

E' record sugli acquisti online

Le restrizioni ai ristoranti e al turismo in uscita hanno aumentato le vendite di alcolici nel monopolio commerciale finlandese Alko, dove le vendite sono aumentate del 6,8% rispetto al 2019. Una crescita record è stata registrata negli acquisti di alcolici online, con una crescita pari quasi al 60%.

"Il volume stimato di alcol acquistato all'estero tramite Internet è stato di circa 1,9 milioni di litri di alcol puro nel 2020, rispetto a 1,2 milioni di litri nel 2019", afferma il comunicato. In Finlandia, secondo Eurostat, è venduto l'alcol più costoso dell'UE.

In precedenza era stato riferito che la Finlandia ha raccolto circa 967 milioni di euro di tasse nel 2020 dalla vendita di alcol nel solo monopolio Alko.

© Fotolia
Vodka
Allo stesso tempo, a causa del costo elevato negli ultimi anni, i finlandesi hanno sviluppato la pratica di acquistare alcolici nei negozi online di altri paesi dell'UE, che, anche tenendo conto della consegna, è almeno due volte più conveniente rispetto all'acquisto di alcolici in Finlandia.

Una pratica che le autorità finlandesi hanno assicurato di voler contrastare in ogni modo possibile. L'11 febbraio la Commissione Europea ha a sua volta chiesto alla Finlandia di chiarire le regole per la vendita di alcolici nel Paese sulla base delle denunce ricevute.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook