21:10 12 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
0 10
Seguici su

Una ciotola di ceramica del V secolo d.C. presumibilmente utilizzata per riti religiosi, è stata trovata nella regione del Kuban (Krasnodar) durante i lavori preparatori per la costruzione di un nuovo percorso per il ponte di Crimea, riferisce l'ente per la costruzione delle strade.

"Durante i lavori preparativi per la costruzione dell'autostrada A-289 (un nuovo tratto stradale che aggira i centri abitati - ndr) mentre venivano effettuati gli scavi archeologici presso il centro Krasny Oktyabr-2 nel distretto di Temryuk del Territorio di Krasnodar, dopo la fase di sminamento del territorio, gli specialisti hanno scoperto una ciotola di ceramica, a loro avviso, aveva uno scopo rituale ed è databile preliminarmente al V secolo d.C.", si legge nella nota.

Nello stesso sito sono stati trovati anche reperti archeologici risalenti all'inizio dell'età del bronzo, si aggiunge nel comunicato.

"Una pentola modellata con cura giaceva capovolta. Sulle pareti all'interno erano raffigurate figure stilizzate di animali, forse cavalli, che camminavano in cerchio. Questo insieme di oggetti non poteva avere scopi utilitaristici, ma servivano per qualche rituale", afferma l'archeologo Ivan Tupalov.

Durante gli scavi, gli archeologi hanno anche trovato luoghi di sepolture ddi uemila anni fa con strumenti funerari perfettamente conservati, si dice nel comunicato.

Dopo l'apertura del ponte di Crimea, il traffico sull'autostrada A-289 Krasnodar - Slavyansk sul Kuban - Temryuk e sull'A-290 Novorossiysk - Kerch è aumentato in modo significativo. A questo proposito, è stato deciso di costruire una nuova autostrada, la cui prima fase di costruzione da Slavyansk sul Kuban fino al paesino di Bely è stata approvata dalle autorità a febbraio. La strada aggirerà i centri abitati. I tecnici dovranno controllare un'area di oltre 2.500 ettari nella prima fase di costruzione.

Tags:
Russia, Archeologia, Storia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook