17:12 10 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
1 0 0
Seguici su

Il Presidente israeliano Reuven Rivlin ha iniziato stamane, lunedì 5 aprile, le consultazioni con i rappresentanti dei partiti politici in parlamento per affidare a uno di loro la formazione di un nuovo governo, mentre il Paese continua il suo lungo periodo di instabilità politica privo di una coalizione praticabile.

"Il processo previsto dalla legge è finalizzato a formare un governo che goda della fiducia della Knesset eletta dal popolo. Pertanto, come ho già detto e ripeto ancora, la considerazione principale che mi guiderà è quella di affidare questa responsabilità a membro della Knesset che abbia le migliori possibilità di formare un governo che possa godere della fiducia dell’Assemblea”, ha detto Rivlin come trasmesso dai media locali.

Il Presidente ha aggiunto che i rappresentanti delle parti si recheranno da lui in modo che le loro voci, in quanto voci dei cittadini, vengano ascoltate assicurando che il processo sarà aperto e trasparente per tutti i cittadini israeliani.

Secondo il Times of Israel, durante l'incontro con Rivlin, i rappresentanti del partito centrista e laico, Yesh Atid, avrebbero raccomandato il loro leader, l’ex giornalista Yair Lapid, per la formazione del governo, osservando che il Primo ministro Benjamin Netanyahu è indagato per uno scandalo di corruzione e sta partecipando al suo processo in tribunale. Il suggerimento di Yesh Atid riguardo a Lapid sarebbe stato sostenuto dal partito Blu e Bianco che ha raccomandato la formazione di un "ampio governo centrista".

Dall’altra parte, il partito religioso ultraortodosso Shas, avrebbe raccomandato a Rivlin nessun altro se non Netanyahu.

Secondo il canale televisivo israeliano 12, la Arab Joint List, la lista comune dei partiti arabi, intenderebbe invece rifiutare di suggerire qualsiasi candidato per la formazione della coalizione.

Secondo i recenti risultati delle elezioni parlamentari, il partito Likud guidato dal primo ministro Benjamin Netanyahu si è aggiudicato il primo posto con 30 seggi. Yesh Atid occupa il secondo posto con 17 seggi mentre il partito religioso Shas segue con 9 mandati. Il leader del partito vincitore deve riunire una coalizione di maggioranza con il sostegno di almeno 61 dei 120 membri del parlamento per formare un governo.

Se fallisce, il nuovo parlamento potrebbe essere nuovamente sciolto come nelle ultime tre volte precedenti e nuove elezioni potrebbero essere programmate per il prossimo autunno.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook