06:47 17 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
4370
Seguici su

Il siero anti-Covid di AstraZeneca ha fatto litigare a Berlino il ministro della Salute e il ministro dell'Interno, con quest'ultimo che ha rifiutato categoricamente di farsi vaccinare con questo farmaco, come chiesto invece dal suo collega.

Il vaccino Vaxzevria (ex-ChAdOx1 di AstraZeneca) continua a dividere l'Europa. Anche con un nuovo nome, il siero anti-Covid della casa farmaceutica anglo-svedese continua a suscitare polemiche.

A pagare dazio questa volta è il governo di Angela Merkel, con il rifiuto categorico del ministro dell'Interno Horst Seehofer ad essere vaccinato col preparato di AstraZeneca, riferisce il tabloid Bild. Il suo collega, il ministro della Salute Jens Spahn, aveva tuttavia chiesto a tutti i membri del governo di dare l'esempio e farsi vaccinare con questo farmaco. Una mossa che mirava a promuovere il vaccino, a corto di fiducia sin dal momento della sua temporanea sospensione a seguito di alcuni casi sospetti con reazioni avverse gravi.

Il 40enne Jens Spahn non poteva dare l'esempio in prima persona, dato che la sua età non gli permette di ricevere questo vaccino. Invece il ministro dell'Interno 71enne era il profilo adatto.

"La risposta alla richiesta di Jens Spahn è no!", ha detto Horst Seehofer a Bild, che gli aveva posto domande sul tema.

Tuttavia, il ministro dell'Interno è stato attento a non dare un giudizio sul vaccino stesso, ha evidenziato il tabloid tedesco.

Il 1° aprile, il presidente federale Frank-Walter Steinmeier ha ricevuto una prima dose di AstraZeneca. Ha incoraggiato i suoi connazionali a fare altrettanto, dicendo in un comunicato "di fidarsi di tutti i vaccini approvati in Germania".

Anche la 66enne Angela Merkel ha annunciato alla stampa di essere pronta a farsi somministrare il siero di AstraZeneca.

Non consigliato sotto i 60 anni

Il 30 marzo in Germania, il Comitato permanente per l'immunizzazione (STIKO) ha sconsigliato l'uso del vaccino AstraZeneca per le persone di età inferiore ai 60 anni per i casi di trombosi emersi in alcune persone vaccinate. 

L'organo ha inoltre consigliato alle persone sotto i 60 anni che avevano già ricevuto una dose di non effettuare il richiamo. Il ministro della Salute tedesco ha detto di voler parlare con le autorità regionali della decisione. Ai pazienti già vaccinati una volta con AstraZeneca potrebbe essere somministrata una seconda dose di un vaccino a RNA messaggero, come Moderna o Pfizer / BioNTech, ha twittato il ministro.

Dopo una prima sospensione in diversi Paesi europei a metà marzo, le vaccinazioni con AstraZeneca sono riprese sulla scia delle raccomandazioni favorevoli dell'Oms e dell'Agenzia europea per i medicinali (EMA).

AstraZeneca deve ora far fronte a un sentimento di sfiducia nei suoi confronti, che potrebbe spiegare il suo recente cambio di nome.

Tags:
vaccino, Coronavirus, Germania
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook