19:19 18 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
0 10
Seguici su

Spruzzare acqua sulle ragazze, lanciarsi razzi a vicenda, "cacciare" le uova - paese che vai, tradizione pasquale che trovi. Ecco alcune dei più interessanti (e particolari) festeggiamenti di Pasqua del mondo.

1. Le uova decorate di Russia, Bielorussia e Ucraina

Fin dall'antichità è accettato che il primo pasto dopo la Quaresima consista delle uova dipinte consacrate e la torta di Pasqua (kulitch).

La spiegazione dell'usanza di dipingere le uova di Pasqua di rosso risale ai tardi testi apocrifi (opere di letteratura paleocristiana non incluse nel canone biblico), che parlano della conversione alla fede cristiana dell'imperatore romano Tiberio.

Volendo fermare la predicazione di Santa Maria Maddalena, Tiberio dichiarò che era più disposto a credere nella trasformazione dell'uovo da bianco a rosso, che alla possibilità di resuscitare un defunto. L'uovo arrossì, e questo divenne l'ultimo argomento della polemica che si concluse con il battesimo dell'imperatore romano.

L'usanza di scambiarsi uova dipinte è entrata saldamente nella vita della Chiesa. Il colore rosso (o qualsiasi altro) dell'uovo di Pasqua simboleggia l'amore divino Onnipotente. La torta di Pasqua sul tavolo festivo simboleggia la presenza di Dio nel mondo e nella vita umana. La dolcezza, la morbidezza e la bellezza della torta pasquale esprimono l'amore del Signore per ogni essere umano, la sua compassione e misericordia.

View this post on Instagram

A post shared by MerviK (@kalavme)

2. "Trascinazione dei Giuda" in Nicaragua

Nello stato dell'America Centrale si rende giustizia al tradimento di Gesù "punendo" Giuda Iscariota. La tradizionale Judea de Masatepe, nell'omonima città di Masatepe, vanta più di 100 anni alle spalle. I partecipanti si vestono con abiti colorati e provano a catturare i Giuda per metterli in catene: dopo averli legati ai mani e ai piedi, li trascinano letteralmente per le strade della città, facendosi anche beffa del modo in cui i soldati romani trascinarono Cristo.

3. Rivivere gli ultimi giorni della vita di Cristo a Gerusalemme

Tra il Giovedì Santo e la Domenica di Pasqua, migliaia di fedeli di Gerusalemme ricreano gli ultimi giorni di Gesù prima della sua crocifissione, portando croci e seguendo il cammino della Via Crucis. Partecipano, inoltre, alla messa che si tiene dentro il Santo Sepolcro della resurrezione di Cristo.

4. Ascoltare i tamburi in Spagna

La "rotture dell'ora" si tiene ogni anno a Pasqua a mezzogiorno del Venerdì Santo in diversi comuni della Bassa Aragona, come Calanda, Cuenca, Albalate del Arzobispo, Alcora, Andorra e Híjar.

L'idea di questo evento è quella di suonare tamburi e bombos (grancasse tradizionali) per ricordare la morte di Gesù. Il loro suono rappresenta il ruggito sentito sulla Terra dopo il sacrificio di Cristo. Questa tradizione è stata persino riconosciuta dall'UNESCO come patrimonio mondiale immateriale.

5. In Polonia e Ungheria ci si bagna in segno di fertilità

Chiamato "sprinkling" (spruzzata), è una tradizione polacca ungherese della Pasquetta. Vittime principali sono le giovani ragazze, dato che solitamente gli uomini le inseguono per spruzzarle con acqua e profumo. Rito che mescola usanze pagane al battesimo cristiano, si pensa che più una ragazza sia fradicia, prima si sposerà, come augurio di fertilità.

6. Ricreare la Passione di Cristo in Messico

Ogni Venerdì Santo a Iztapalapa, uno dei comuni di Città del Messico, vengono eseguite rappresentazioni teatrali della vita di Gesù tra la Domenica delle Palme e Pasqua, come il giudizio di Gesù, il lavaggio delle mani di Ponzio Pilato, la corruzione e la morte di Giuda e la Via XCrucis con la crocifissione di Cristo in cima al Monte Golgota. 

Questa tradizione ebbe origine nel 1843 quando Iztapalapa era ancora un villaggio separato dalla capitale. Secondo la leggenda, la prima rappresentazione faceva parte dei ringraziamenti del popolo al Signore della Cuevita, al quale nel 1833 fu chiesto aiuto nel porre fine a un'epidemia di colera.

Per far parte della Via Crucis di Iztapalapa è fondamentale vivere nella municipalità. Chi interpreta Cristo deve avere un fisico forte abbastanza per portare la croce per tutto il cammino. Inoltre, non può essere sposato, non dovrebbe avere figli, e non può essere tatuato o con cicatrici.

7. Incontrare le streghette della Finlandia

Come da tradizione, la Domenica delle Palme in Finlandia delle piccole streghe bussano alle porte e gridano i loro versi. Questo rito risale ai giorni pagani del paese, quando la gente pensava che gli stregoni assicurassero un buon raccolto per il prossimo anno. Questi personaggi ricevono invece dolci, uova di Pasqua o monete. E la sera del Venerdì Santo i finlandesi accendeno falò per cacciare le streghe che vanno in cerca di spiriti.

Посмотреть эту публикацию в Instagram

Публикация от Finland coach & courses 🇫🇮 (@her_finland)

8. Tirare vasi e padelle a Corfù e lanciare razzi a Vrontados

Gli abitanti dell'isola greca di Corfù tirano dai loro balconi vasi d'argilla, padelle e altre stoviglie la domenica di Pasqua. Questa tradizione ha origini incerte. Secondo la prima versione, è un saluto per celebrare l'inizio della primavera. Un'altra teoria afferma che il forte rumore simboleggia la gioia per la risurrezione di Cristo. Ma ci sono più versioni.

A Vrontados, città costiera sull'isola di Chios in Grecia, i membri di due chiese vicine (San Marco e Panagia Erithiani) celebrano la Pasqua ortodossa in un modo molto particolare: si sparano l'un l'altro migliaia di razzi fatti in casa.

Le chiese si trovano su due colline su entrambi i lati di una valle, a una distanza di circa 400 metri l'una dall'altra. Dai loro campanili, due squadre lanciano razzi per distruggere la torre dell'avversario. Queste armi sono fatte di bastoncini di legno carichi di una miscela esplosiva contenente polvere da sparo. Il vincitore viene deciso il giorno successivo, quando vengono contati i colpi che sono riusciti a raggiungere il bersaglio.

Questa tradizione annuale risale a più di 120 anni fa ed è anche chiamata 'tempesta di razzi'. L'origine è incerta. Per alcuni è un'antica rivalità tra parrocchie, e per altre battaglie pirata. Secondo un'altra versione ancora, questo era il modo per... spiegare ai turchi le differenze religiose.
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook