00:23 17 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
2100
Seguici su

Le autorità russe prevedono di spendere quasi 217 milioni di euro per il programma di sviluppo socio-economico dell'Artico fino al 2024.

L'obbiettivo dell'iniziativa è accelerare lo sviluppo dei territori che fanno parte della zona artica russa e aumentare il loro contributo all'economia.

Di fatto, ben il 53% delle coste russe si affaccia sull'Oceano Artico, e metà della popolazione totale russa (ca. 2 milioni) vive in quella regione. 

Si stima, infatti, che il contributo della regione artica della Russia all'economia del paese sarebbe significativa. La regione potrebbe produrre fino al 90% di tutto il gas russo, per una produzione annua fino a 120 milioni di tonnellate, e il 25% di petrolio, con un conseguente incremento di traffico merci lungo la rotta del Mare del Nord e una competitività su scala globale.

Nel marzo 2020, Vladimir Putin ha firmato il decreto "Sulle basi della politica statale della Federazione Russa nell'Artico fino al 2035".

I principali interessi della Russia nella regione comprendono la sovranità e l'integrità territoriale. Inoltre, il documento sottolinea la protezione dell'ambiente e la tutela dell'habitat e dello stile di vita tradizionale dei popoli indigeni minori stanziati nella regione.
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook