10:25 14 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
112
Seguici su

In precedenza il Presidente argentino ha comunicato che è risultato positivo al test del coronavirus.

La vaccinazione contro COVID-19 non esclude la possibilità di contrarre SARS-CoV-2, ha detto a Sputnik il direttore del Centro russo di epidemiologia e microbiologia Gamaleya, Alexandr Ginzburg.

"La vaccinazione non esclude l'infezione, come abbiamo detto, l'8% dei vaccinati è a rischio, ma esclude gravi conseguenze", ha detto Ginzburg.

La dichiarazione arriva dopo che il Presidente dell'Argentina, Alberto Fernandez, è risultato positivo dopo aver eseguito un test per l'antigene del coronavirus, come ha scritto su Twitter.

Nei suoi tweet si comunica che il Presidente ha effettuato il test per il coronavirus dopo aver sviluppato alcuni sintomi influenzali, quali una leggera febbre e mal di testa, che comunemente possono essere associati al virus. Il Presidente ha tuttavia aggiunto che, nonostante la positività al Covid, il suo stato di salute è ottimo e non si sente scoraggiato dalla notizia.

In questo contesto, Ginzburg ha indicato che i sintomi che ha il leader argentino sono simil-influenzali che la vaccinazione anti-coronavirus non esclude.

"Speriamo che tutto finisca con una temperatura di 37,3 (che ha il presidente - ndr.) e non ci siano sintomi più gravi", ha concluso.

L'Istituto russo Gamaleya, sviluppatore del vaccino Sputnik V, ha risposto al tweet di Fernandez: "Siamo tristi di sentirlo. Sputnik V ha un'efficacia del 91,6% contro le infezioni, e del 100% contro i casi gravi. Se l'infezione viene identificata, la vaccinazione assicura una guarigione rapida e senza sintomi gravi. Le auguriamo una pronta guarigione!"

A gennaio, l'amministrazione del Presidente argentino aveva annunciato di aver somministrato il primo componente del vaccino Sputnik V. Come ha scritto sabato il quotidiano argentino Clarin, citando fonti, Fernandez è stato vaccinato con due dosi del vaccino contro il coronavirus.

Il vaccino Sputnik V è stato approvato in 58 paesi, con una popolazione totale di oltre 1,5 miliardi di persone. In termini di numero di approvazioni ricevute dai regolatori statali, lo Sputnik V è al secondo posto al mondo. L'efficacia del vaccino al 91,6% è stata confermata dalla pubblicazione dei dati sulla principale rivista medica The Lancet.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook