18:18 22 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
1160
Seguici su

Dagli abissi della storia e dei mari, giungono le prime immagini della nave militare USS Johnston affondata nel Mare delle Filippine durante la Seconda Guerra mondiale.

L’ex comandante della marina americana e avventuriero, Victor Vescovo, ha fissato un nuovo primato con la sua società Caladan Oceanic.

Per la prima volta in assoluto ha completamente mappato e filmato la nave da guerra statunitense USS Johnston affondata durante la Seconda Guerra mondiale nel Mare delle Filippine.

La nave si trova a circa 6.220 metri sotto il livello del mare e, grazie alle rilevazioni aggiornate dalla missione della Caladan Oceanic, ora si sa che la nave si trova 100 piedi (circa 30,48 metri) più in basso rispetto a dove si credeva riposasse da decenni, riporta la CNN Travel.

Vescovo ha ottenuto l’autorizzazione a filmare la nave in esclusiva, ed ha così compiuto l’impresa di visitare una nave che si trova negli abissi dei mari, lì dove la luce del sole non osa giungere e dove vivono animali marini spesso sconosciuti o poco studiati.

Video dagli abissi del mare

La storia dell’affondamento della USS Johnston

La USS Johnston è stata affondata il 25 ottobre 1944 durante la Battaglia di Samar combattuta contro le navi da guerra della marina imperiale giapponese. La battaglia rientra in una delle quattro battaglie navali che si svolsero in quel periodo e sono note come Battaglie del Golfo di Leyte, uno degli innumerevoli golfi dell’arcipelago delle Filippine.

La nave era comandata dal comandante Ernest Evans e viaggiava insieme a due cacciatorpediniere e quattro cacciatorpediniere più piccole come scorta. Evans si trovò a dover affrontare in inferiorità numerica la Marina militare giapponese, che in quella battaglia si confrontò con quattro corazzate, sei incrociatori pesanti, due incrociatori leggeri e 11 cacciatorpediniere.

USS Johnston (DD-557)
© Foto : Public domain / U.S. Navy photo NH 63495
USS Johnston (DD-557)

Dopo aver messo KO un incrociatore giapponese, il cacciatorpediniere USS Johnston, ormai gravemente danneggiato e con munizioni di scorta esaurite, ripartì all’attacco per attirare le navi giapponesi e distogliere il fuoco che stavano indirizzando ad una portaerei statunitense.

La nave affondo dopo due ore e mezza di battaglia, con il comandante che ordinò all’equipaggio superstite di abbandonare la nave.

Secondo il direttore del NHHC (US Naval History and Heritage Command), Sam Cox, le immagini serviranno a meglio ricostruire la storia dell’affondamento e gli ultimi momenti di vita di giovani marinai che persero la vita durante la guerra, in mare, a migliaia di miglia di distanza dalla propria casa.

Tags:
Seconda Guerra Mondiale
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook