02:06 11 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
Le attività di ricognizione ai confini della Russia (26)
33649
Seguici su

Un drone ed un velivolo della flotta aerea militare USA sono decollati dalla base militare di Sigonella per effettuare due missioni di ricognizione sui confini sud-occidentali della Russia, precisamente in Crimea e Ucraina.

Oggi si sono svolte due voli di ricognizione da parte dell'intelligence americana sui confini sud-occidentali della Russia.

Decollati questo pomeriggio dalla base Nas di Sigonella alle 14.30 ora italiana da Catania, hanno effettuato due missioni.

Secondo quanto riferisce Plane Radar, che ha tracciato la rotta dei due velivoli, il drone ha sorvolato la Crimea per poi dirigersi verso l'area est dell'Ucraina, mentre il Boeing ha sorvolato la zona della Crimea sul Mar Nero.

Il drone è un Global Hawk RQ-4D appartenente all'Air Force USA, numero di bordo 11-2049, identificativo FORTE10, mentre il Boeing è un P-8A Poseidon.

Il tracciato del volo del Boeing Usa sul sito PlaneRadar
© Foto : Screenshot
Il tracciato del volo del Boeing Usa sul sito PlaneRadar

I droni Global Hawk

Il RQ-4 Global Hawk è un UAV strategico da ricognizione, sviluppato da una controllata della Northrop Grumman e le sue prime missioni internazionali sono datate marzo 2006.

E' spesso utilizzato per le missioni di intelligence, ricognizione e monitoraggio (ISR), per raccogliere dati e informazioni in seguito sviluppate, elaborate e registrate nelle basi Usa e Nato.

 

Le missioni ISR

La base siciliana di Sigonella, nel centro dell'area mediterranea, permette di effettuare voli fino al confine orientale dell'Europa con la Russia, sino all'area mediorientale di Siria, Libano e Iran. 

​Nelle missioni Isr non sono coinvolti soltanto gli aerei drone, ma spesso vengono impiegati P-8A Poseidon della flotta aerea militare USA e altri tipi di velivolo.

Tema:
Le attività di ricognizione ai confini della Russia (26)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook