19:59 12 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
336
Seguici su

In Gran Bretagna 30 persone hanno sviluppato casi di trombosi in seguito alla somministrazione del vaccino AstraZeneca, ma i suoi benefici superano tutti gli effetti collaterali, ha dichiarato l'agenzia regolatrice inglese dei farmaci MHRA.

L'MHRA precisa che le segnalazioni di casi di trombosi sono arrivate dopo l'inoculazione di 18,1 milioni di dosi del vaccino AstraZeneca.

Non ci sono state segnalazioni simili dopo la somministrazione del vaccino Pfizer. La trombosi del seno venoso cerebrale è stata registrata in 22 casi, in altri otto si è trattato di altri tipi di trombosi.

Il Regno Unito non aveva sinora segnalato alcun caso, sebbene utilizzi i preparati prodotti negli stessi stabilimenti in cui vengono prodotti quelli usati in Europa.

"Nel nostro studio sono state esaminate 30 segnalazioni, ricevute dall'inizio della vaccinazione a dicembre al 24 marzo, di coaguli di sangue a bassa quantità di piastrine. I casi sono stati esaminati da scienziati e medici dell'MHRA, nonché dalla commissione per i medicinali. Il rischio di sviluppo di coaguli di sangue di questo tipo è estremamente basso", afferma una nota del regolatore.

 

Allo stesso tempo, l'MHRA ricorda che la maggior parte dei vaccinati in Gran Bretagna sono persone anziane e con malattie coesistenti e croniche. Proprio questa categoria è prioritaria nella vaccinazione.

Al momento viene effettuata la somministrazione del vaccino agli ultracinquantenni e circa il 60% degli aventi ha ricevuto il preparato.

"Continuiamo a esaminare scrupolosamente le segnalazioni di casi rari e molto specifici di sviluppo di trombosi. Stando alle informazioni disponibili, i benefici della vaccinazione contro il COVID-19 superano tuttora i rischi. Dovete vaccinarvi non appena ricevete l’invito", sottolinea il regolatore.

Al momento 31 milioni di britannici hanno ricevuto almeno la prima dose del vaccino anti-COVID.

Dosi del vaccino AstraZeneca
© Foto : CC-BY-NC-SA 3.0 IT / Ufficio Stampa Presidenza del Consiglio dei Ministri / Antonio Morlupi
Dosi del vaccino AstraZeneca

Astrazeneca sicuro, i casi in Europa

A marzo alcuni paesi europei, tra cui anche l'Italia, avevano sospeso in via precauzionale l'uso del vaccino AstraZeneca per via di casi di trombosi tra i pazienti segnalati in seguito alla somministrazione della prima dose.

Il primo paese a lanciare l'allarme è stato l'Austria, che ha conclamato un caso di trombosi multipla dopo la vaccinazione in una persona, morta dieci giorni dopo l'iniezione, e un'altra è stata ricoverata in ospedale con embolia polmonare.

In precedenza l'MHRA aveva dichiarato che il vaccino Astrazeneca è sicuro ed è raccomandato per l'uso.

In seguito l'Agenzia Europea per i Medicinali (EMA) ha ribadito la sicurezza e l'efficacia del farmaco contro il coronavirus, rilevando che i suoi benefici e la protezione delle persone superano i rischi relativi.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook