10:54 17 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
125
Seguici su

Stando alla documentazione presentata da J&J alla FDA americana, l'errore sarebbe avvenuto in uno stabilimento produttivo di Baltimora.

Johnson & Johnson ha rivelato di aver prodotto un lotto difettoso di vaccini contro il coronavirus in una struttura di Baltimora, con l'utilizzo di due ingredienti sbagliati avrebbe portato alla degradazione di oltre 15 milioni di dosi di siero.

"Come per la produzione di qualsiasi farmaco o vaccino biologico complesso, l'avvio di un nuovo processo include cicli di test e controlli di qualità per garantire che la produzione sia convalidata e che il prodotto finale soddisfi i nostri standard di alta qualità. Questo processo di controllo della qualità ha identificato un lotto di sostanza farmaceutica che non soddisfaceva gli standard di qualità di Emergent Biosolutions", si legge nel comunicato ufficiale dell'azienda.

Secondo Johnson & Johnson, il problema è stato affrontato e risolto nell'impianto di produzione Emergent Biosolutions a Baltimora e i dati sono stati condivisi con la Food and Drug Administration (FDA) statunitense.

La somministrazione del vaccino Johnson & Johnson
© REUTERS / Mike Hutchings
La somministrazione del vaccino Johnson & Johnson
"Questo lotto non è mai stato portato alle fasi di riempimento e finitura del nostro processo di produzione", ha specificato Johnson & Johnson.

Mentre la FDA indaga sull'incidente nello stabilimento, le future spedizioni dei vaccini dell'azienda negli Stati Uniti potrebbero subire ritardi.

Il preparato di Johnson & Johnson

Il vaccino contro il coronavirus a singola dose di Johnson & Johnson è stato approvato per l'uso di emergenza negli Stati Uniti alla fine di febbraio, diventando il terzo vaccino ad essere autorizzato dalla FDA oltre ai vaccini Pfizer / BioNTech e Moderna COVID-19).

In Italia il preparato arriverà a partire dal prossimo 16 di aprile.
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook