10:19 23 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
2210
Seguici su

Il 25 maggio 2020 George Floyd è morto dopo essere stato arrestato dalla polizia a Minneapolis con l'accusa di aver utilizzato in un negozio una falsa banconota da 20 dollari. Il caso, ora oggetto di processo, è diventato il fulcro della campagna Black Lives Matter.

Alla giuria del processo contro l'agente di polizia statunitense Derek Chauvin è stato mostrato un video, ripreso da un passante, in cui lo si vede inginocchiato sul collo di George Floyd per 9 minuti e 29 secondi.

Il procuratore Jerry Blackwell ha detto ai giurati che Chauvin non ha "mollato né si è alzato" mentre Floyd ha ripetuto 27 volte che non riusciva respirare.

Lo scorso anno il video dell'arresto ha innescato proteste e rivolte a livello nazionale contro gli abusi della polizia sugli afroamericani.

Nel video Floyd, ammanettato e a faccia in giù sul marciapiede, invocava sua madre e supplicava per la sua vita.

Blackwell ha detto che Chauvin non ha nemmeno tolto il ginocchio dal collo di Floyd quando il suo respiro è diventato debole, fermandosi solo quando sono arrivati ​​i paramedici per curarlo.

Chauvin nega l'omicidio di secondo e terzo grado e l'omicidio colposo. La difesa dovrebbe affermare che Floyd è morto a causa dei suoi problemi di salute, incluso il COVID-19.

Il pubblico ministero ha detto che quello commesso da Floyd era un "reato" per il quale avrebbero potuto semplicemente multarlo e non arrestarlo e tenerlo a terra in manette.

Dopo aver riprodotto il video, Blackwell ha detto alla giuria: "Questo è durato 9 minuti e 29 secondi".

"Scoprirete che il 25 maggio del 2020 il signor Derek Chauvin ha tradito il suo distintivo, usando una forza eccessiva e irragionevole sul corpo del signor George Floyd. Gli ha messo le ginocchia sul collo e sulla schiena, stritolandolo e schiacciandolo, fino a quando il suo respiro è stato spezzato", ha dichiarato Blackwell nella sua apertura del primo giorno del processo a Minneapolis.
Eric Nelson introduce Derek Chauvin
© REUTERS / JANE ROSENBERG
Eric Nelson introduce Derek Chauvin

Blackwell ha aggiunto che il capo del dipartimento di polizia di Minneapolis e un certo numero di agenti di polizia ed esperti nella formazione della polizia avrebbero testimoniato per l'accusa al processo.

"Una cosa non inerente a questo caso ma che riguarda tutta la polizia e tutti i poliziotti: gli agenti di polizia fanno lavori difficili e a volte devono prendere decisioni frazionate sulla seconda vita e sulla morte... Questo è il caso che invece riguarda il signor Derek Chauvin", ha aggiunto. 

Blackwell ha detto che Chauvin si è inginocchiato sul collo di Floyd per 479 secondi "senza invece una frazione di secondo di pausa".

Il processo, trasmesso in televisione negli USA, continua. Il verdetto è atteso non solo da tutto il Paese ma dal mondo intero.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook