02:41 11 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
101
Seguici su

Non è ancora chiaro come l'antico manufatto sia arrivato nella regione costiera turca di Samsun, dove è stato sequestrato. La penisola dell'Anatolia è comunque patria di piccole comunità ebraiche almeno dal IV secolo a.C.

La polizia della provincia di Samsun, nel nord della Turchia, venerdì ha effettuato un'operazione di sicurezza che ha portato al sequestro di un'antica Torah incisa in oro. Lo riportano i media locali.

Secondo quanto riferito, la polizia è stata informata dell'antico documento religioso, che si ritiene abbia tra i 2000 e i 2500 anni, e lo ha sequestrato dopo aver fermato due veicoli sospetti, uno dei quali effettivamente lo trasportava. Il filmato della polizia che fruga nel bagagliaio di uno dei veicoli è stato trasmesso da più reti: vi si osserva un ufficiale che trova la Torah di 19 pagine, scritta su pelle di daino e collocata in una scatola decorativa, avvolta in un semplice sacchetto di plastica.

​Cinque sospetti sono stati arrestati in relazione all'incidente.

'Sputnik' non ha potuto autenticare in modo indipendente l'età della Torah sequestrata.

È noto che le autorità turche perseguono attivamente i trafficanti di manufatti religiosi. L'anno scorso la polizia ha sequestrato una Bibbia del valore di circa un milione di dollari sulla base di una soffiata. Secondo quanto riferito, la Bibbia è stata introdotta di nascosto nel Paese dopo essere stata rubata da un museo ad Aleppo, in Siria. Nel 2018 le forze di sicurezza nella Turchia occidentale hanno sequestrato un'altra Bibbia del valore di 2,5 milioni di dollari. Funzionari siriani hanno ripetutamente accusato Ankara e i paesi occidentali di rifiutarsi di collaborare alla restituzione di manufatti rubati, portati fuori dal Paese da jihadisti e truppe straniere durante la sua decennale guerra civile.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook