21:22 12 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
Lo sviluppo del vaccino russo contro il coronavirus (271)
194433
Seguici su

Tutti e tre i vaccini russi sono al livello dei migliori sieri anti-Covid nel mondo e ad oggi risultano essere i migliori, ha affermato il presidente russo Vladimir Putin.

"È necessario che ogni persona prenda una decisione del genere in autonomia, parli con un medico, uno specialista. In linea di principio, si può scegliere uno qualsiasi, sono al livello dei migliori del mondo, penso che ad oggi siano il meglio", ha detto domenica il presidente russo in onda sul canale Rossiya 1.

"I nostri vaccini, lo dico con sicurezza, sono i migliori in tutto secondo i tre indicatori principali", ha aggiunto Putin.

Ha specificato che tutti e tre i sieri anti-Covid sono "efficaci, affidabili e sicuri".

Attualmente in Russia sono stati registrati tre vaccini contro il Covid-19: Sputnik V, EpiVacCorona e KoviVac.

"Spero che tutte queste caratteristiche vengano preservate. Dopotutto oltre 6 milioni di persone sono già state vaccinate. Oltre 6 milioni è una cifra molto dignitosa. Tra questi, 4 milioni e 300mila sono le persone che hanno già ricevuto il secondo richiamo. Hanno fatto entrambe le dosi. Bene, questo per le statistiche. Probabilmente tutto è possibile con questa vaccinazione, ma finora, grazie a Dio, a noi va tutto bene, non sono stati identificati effetti collaterali gravi", ha osservato Putin.
La Conferenza stampa di fine anno di Vladimir Putin 2020
© Sputnik . Aleksey Nikolsky
La Conferenza stampa di fine anno di Vladimir Putin 2020

Parlando di vaccinazione, il presidente ha osservato che "è una cosa che serve, anzi necessaria".

"Se una persona vuole sentirsi sicura, non vuole ammalarsi e avere gravi conseguenze dopo la malattia, allora è meglio fare questa vaccinazione, ovviamente. Prima della vaccinazione mi hanno misurato la temperatura corporea, quindi secondo me lo fanno a tutti. Per le persone che hanno alcune complicazioni, alcune malattie croniche, è meglio, ovviamente, consultare un medico in anticipo", ha aggiunto.

Il presidente ha detto che dopo essere stato vaccinato contro il coronavirus, non ha avuto la febbre, però ha "avuto un po' di debolezza il giorno dopo" e dolore nel punto in cui è stato iniettato il siero. 

Il capo di Stato è stato vaccinato contro il coronavirus questa settimana e a breve riceverà la seconda dose, ha detto in precedenza il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.

Putin: l'immunità di gregge in Russia entro la fine dell'estate

Putin ha affermato che con l'attuale tasso di vaccinazione dei russi contro il coronavirus l'immunità di gregge arriverà entro la fine dell'estate e non appena sarà raggiunta si potrà parlare di revoca delle misure anti-contagio.

"Accadrà, qui occorre ascoltare gli esperti, questo è già stato detto, dopo che è stata creata l'immunità della popolazione. Perché ciò avvenga, circa il 70% della popolazione adulta deve essere vaccinata. Se avremo lo stesso ritmo, penso che in estate, entro la fine dell'estate, raggiungeremo, dovremo raggiungere questo traguardo", ha detto Putin in onda sul canale Rossiya 1.
Tema:
Lo sviluppo del vaccino russo contro il coronavirus (271)
Tags:
Scienza e Tecnica, vaccino, Coronavirus, Russia, Vladimir Putin
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook