20:28 12 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
15521
Seguici su

Il presidente degli USA Joe Biden ha osservato nella sua prima conferenza stampa, che la Corea del Nord è una delle principali crisi di politica estera per la sua amministrazione e che Washington "risponderebbe di conseguenza" se Pyongyang dovesse continuare a effettuare test missilistici.

La Corea del Nord ha condannato le recenti osservazioni di Biden sui test missilistici condotti da Pyongyang, avvertendo gli Stati Uniti che potrebbero trovarsi di fronte a "qualcosa di non buono" se il presidente continua a fare simili "osservazioni sconsiderate".

Il comunicato di sabato di Ri Pyong Chol, segretario del Comitato centrale del Partito dei lavoratori della Corea, rileva che Biden sta mostrando la sua "profonda ostilità" nei confronti della Corea del Nord.

"Il recente test di missili tattici teleguidati di nuova concezione è l’equivalente all'esercizio del pieno diritto di autodifesa di uno stato sovrano, in quanto si tratta di un processo intrapreso per attuare gli obiettivi della politica di scienza della difesa nazionale stabilita dal nostro partito e dal governo, per aumentare le capacità di difesa del paese”, spiega Ri.

"Tali osservazioni del presidente degli Stati Uniti sono una palese violazione del diritto del nostro stato all'autodifesa e una provocazione nei suoi confronti".

La Corea del Nord ha a lungo sostenuto che le continue esercitazioni militari nella regione sono una minaccia per loro, poiché le esercitazioni con i partner regionali servono come prova per una potenziale invasione contro la Repubblica democratica popolare di Corea (RPDC).

Ri ha continuato affermando che Biden ha espresso una "logica da gangster" aspettandosi che la Corea del Nord non garantisse la propria sicurezza, poiché Washington ha dato il via libera a riprendere le esercitazioni militari congiunte nella regione.

"Non stiamo affatto sviluppando armi per attirare l'attenzione di qualcuno o influenzare la sua politica. Se l'esercitazione bellica organizzata dagli Stati Uniti nell’Oceano è per la "difesa", dovremmo avere il pieno diritto all'autodifesa per contenere la minaccia militare sulla terraferma ", ha proseguito Ri.

“La nuova amministrazione statunitense ha ovviamente sbagliato il primo passo. Se gli Stati Uniti continuano con le loro osservazioni sconsiderate senza pensare alle conseguenze, potrebbero trovarsi di fronte a qualcosa di non buono”.

“Sappiamo molto bene cosa dobbiamo fare. Continueremo ad aumentare la nostra potenza militare travolgente”, ha concluso.

La recente serie di test missilistici della Corea del Nord è stato il primo ad essere eseguito sotto l'amministrazione Biden. L’ultimo lancio di un paio di missili balistici a corto raggio risaliva al mese di marzo 2020, in piena pandemia da Covid-19.

Durante la conferenza stampa di giovedì, Biden ha promesso che la sua amministrazione "risponderà di conseguenza" se Pyongyang decidesse di effettuare ulteriori test. Tuttavia, Biden ha anche affermato di essere disposto a stabilire una risoluzione diplomatica con i leader nordcoreani, purché la denuclearizzazione sia sul tavolo.

Né la Casa Bianca, né il Dipartimento di Stato americano hanno risposto alle dichiarazioni di Ri.

I legami tra gli Stati Uniti e la Corea del Nord sono tesi da decenni e tali sono rimasti sotto l'amministrazione Trump, nonostante l'ex presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, e il leader della Corea del Nord, Kim Jong Un, si siano incontrati in due occasioni.

Tags:
Corea del Nord
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook