17:22 10 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
0 0 0
Seguici su

Nuovo picco di morti e contagi nel Paese carioca dovuto alla nuova ondata che sta sottoponendo ad un forte stress strutture sanitarie e terapie intensive, ormai quasi sature.

Il Brasile ha registrato questo martedì il proprio record assoluto di morti dall'inizio della pandemia. Il nuovo picco di vittime del coronavirus nel Paese carioca è di 3.251, mai così tante in un solo giorno.

Crescono anche i contagi che sfiorano quota 82,5 mila, dopo il record di 90.570 mila raggiunto il 19 marzo, secondo i dati raccolti dalla John Hopkins University. 

La settimana scorsa la conta dei morti era schizzata per la prima volta sopra quota 2.000. Durante la prima ondata estiva i decessi si attestavano attorno ai mille morti al giorno così come nella seconda ondata autunnale.

Jair Bolsonaro, presidente del Brasile
© AP Photo / Pedro Ladeira / Folhapress
Jair Bolsonaro, presidente del Brasile

La situazione pandemica ha visto un peggioramento all'inizio di marzo, con un boom di contagi a cui è seguito un aumento di decessi e che ha mandato al collasso la sanità. Già dalla settimana scorsa gli ospedali soffrivano una forte pressione e oltre l'80% dei posti in terapia intensiva era occupato. 

Il presidente Jair Bolsonaro, fortemente criticato per la gestione della pandemia, ha nominato un nuovo ministro della Sanità, il quarto dall'inizio dell'emergenza. 

Il bilancio attuale della pandemia nel Brasile è di 12.130.019 contagi e 298.27 decessi. Il Paese ha il maggior numero di casi di positività e morte dopo gli Stati Uniti.

Tags:
Jair Bolsonaro, Coronavirus, Brasile
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook