15:50 15 Maggio 2021
Mondo
URL abbreviato
9181
Seguici su

Il capo della diplomazia russa ha ribadito l'apertura da parte di Mosca per giungere ad una normalizzazione dei rapporti bilaterali con Bruxelles, qualora l'Unione europea dovesse fare un passo indietro e tornare a delle relazioni basate sul rispetto reciproco.

Il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov, ha affermato che l'Ue ha determinato un deterioramento tale delle relazioni con la Federazione Russa  da portare ad una vera e propria rottura delle relazioni tra Bruxelles e Mosca.

"Sottolineo nuovamente che con l'Ue come organizzazione non abbiamo alcun rapporto. Tutto il sistema di relazioni è stato distrutto dalle decisioni unilaterali di Bruxelles", ha sottolineato il capo della diplomazia di Mosca.

Tale deriva, secondo Lavrov, potrebbe sortire l'effetto di avvicinare ulteriormente la Russia all'Oriente, ed in particolar modo alla Repubblica Popolare Cinese:

"In seguito alla rottura delle relazioni da parte dell'Europa, che ha distrutto dei meccanismi che erano stati sviluppati nel corso di lunghi anni, non ci restano che pochi Paesi europei partner che hanno intenzione di seguire i propri interessi nazionali. Ciò può implicare, forse, uno sviluppo delle relazioni più rapido con la Cina", ha proseguito Lavrov.

Il ministro degli Esteri russo ha anche puntualizzato che Mosca resta disponibile a ristabilire delle relazioni con l'Europa sulla base dell'uguaglianza e della ricerca di un equilibrio tra gli interessi "se o quando l'Ue troverà appropriato di eliminare questa anomalia nei suoi contatti con la Russia".

Il viaggio di Lavrov in Cina

Nella giornata di ieri il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov è giunto nella città cinese di Guilin per una visita di lavoro della durata di due giorni, dal 22 al 23 marzo.

Quest'oggi il capo della diplomazia russa ha partecipato ad un summit con il suo omologo cinese Wang Yi, nel corso del quale è stata discussa la partnership strategica tra Russia e Cina.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook